domenica, Luglio 3, 2022

Come sarà il nuovo sistema operativo di Google, Android 13

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

image

Il nuovo Android 13 arriverà ufficialmente in autunno, ma Google ha già svelato alcune novità in anteprima nel corso della consueta Google I/O, la conferenza annuale dedicata agli sviluppatori dove Big G anticipa le principali funzionalità in arrivo sui 3 miliardi di dispositivi Android in tutto il mondo. La 13esima versione del sistema operativo più diffuso al mondo si concentrerà sulla compatibilità multi-dispositivo: sebbene lo smartphone sia ancora il dispositivo informatico più popolare, le persone aggiungono oggetti sempre più connessi alle loro vite come TV, automobili, orologi e molto altro. Proprio per questo Android si sta evolvendo cercando di metterci nelle condizioni di avere tutto a portata di mano, a prescindere dal dispositivo che stiamo utilizzando. Ecco perché il lavoro degli ingegneri di Google si è concentrato su privacy e sicurezza, personalizzazione e nuovi modi per memorizzare l’identità digitale e farci aiutare nel mondo reale. 

Ecco le 7 novità più importanti in arrivo su Android 13

Messaggistica RCS 

Potremmo chiamarli SMS 2.0: Google ha lavorato con operatori e i produttori di telefoni in tutto il mondo per aggiornare la messaggistica di testo a un nuovo standard chiamato Rich Communication Services (RCS),  che consente maggiori protezioni della privacy come la crittografia end-to-end. Con gli RCS puoi condividere foto di alta qualità, vedere se l’interlocutore sta scrivendo, inviare messaggi tramite Wi-Fi e ottenere una migliore esperienza di messaggistica di gruppo. «Questo è un enorme passo avanti per l’ecosistema mobile e siamo davvero entusiasti dei progressi raggiunti. L’app Messaggi di Google ha già mezzo miliardo di utenti attivi mensili con RCS e sta crescendo rapidamente. Entro la fine dell’anno, porteremo la crittografia anche nelle conversazioni di gruppo per la versione open beta» scrive Big G in una nota. 

Google Wallet 

Lo smartphone può anche aiutare ad accedere in maniera più sicura agli strumenti essenziali di ogni giorno. Di recente, abbiamo assistito alla rapida digitalizzazione di oggetti come le chiavi delle auto e le certificazioni vaccinali. Il nuovo Google Wallet su Android standardizzerà il modo in cui salvi e accedi a questi elementi importanti, oltre a strumenti come carte di pagamento, biglietti per i mezzi di trasporto e per gli eventi, carte d’imbarco e tessere fedeltà e numero di matricola per gli studenti. Ad esempio, quando aggiungete una tessera per i mezzi di trasporto a Wallet, questa e il relativo saldo verranno visualizzati automaticamente in Google Maps quando cercate indicazioni stradali. Se il saldo sta per esaurirsi, potete aggiungere rapidamente la tariffa relativa alla tratta prescelta prima di arrivare alla stazione. Insomma, dalla chiave dell’hotel al badge dell’ufficio: tutto sarà disponibile dentro una singola app.  

La carta d’identità sullo smartphone 

Sulla stessa falsariga anche i documenti d’identità: se iOS 14 aveva già anticipato la possibilità di avere la tessera di riconoscimento direttamente sul telefono, ora Android 13 punta a rendere questa novità davvero operativa lavorando con alcuni stati degli Stati Uniti e con partner internazionali per portare le patenti di guida e i documenti d’identità digitali su Google Wallet entro la fine dell’anno

Servizi di localizzazione di emergenza 

Oltre a proteggere comunicazioni e identità digitale, i dispositivi possono essere ancora più importanti in momenti critici come nel caso di emergenze mediche o disastri naturali. Siccome ci portiamo sempre dietro lo smartphone o lo smartwatch, in caso di calamità naturale, Android 13 attiverà la localizzazione d’emergenza dei dispositivi nelle aree più colpite per aiutare il lavoro dei soccorritori.   

L’allerta rapida per il terremoto 

Il sistema di allerta rapida di terremoto è già attivo in 25 Paesi e quest’anno verrà estesa anche ad altre regioni ad alto rischio sismico in tutto il mondo. Come funziona? In sostanza, trasforma il telefono in un sismografo: sfruttando i vari sensori dentro allo smartphone (moltiplicati per centinaia di dispositivi concentrati in una singola area), Google capisce in anticipo quando sta arrivando una scossa e invia una notifica agli utenti potenzialmente coinvolti per far guadagnare loro quei pochi secondi che possono essere vitali per salvarsi. 

Nuove icone in home page 

Dai primi screenshot condivisi da Google sembra che Android 13 consenta di includere le icone all’interno del tema che scegli per lo sfondo: in sostanza puoi cambiare l’icona delle tue app rendendola parte integrante del tema. Un bel passo avanti che si inserisce nello stesso solco già avviato un anno fa con i nuovi temi personalizzabili. 

Il nuovo widget in riproduzione 

Il lettore multimediale che appare nell’area di notifica avrà un nuovo aspetto. La copertina dell’album occuperà ora l’intero sfondo del widget e i controlli sono stati spostati verso il basso con l’introduzione delle onde sonore mentre la tua canzone viene riprodotta. Questa, però, potrebbe essere un’esclusiva riservata per i nuovi Pixel.  

Cambia l’orologio 

Android 13 consentirà agli utenti di scegliere tra due tipologie di orologio nella schermata di blocco: il solito orologio disposto su due linee o un nuovo layout a una sola riga. Sarà possibile modificarlo andando su Impostazioni > Display > Blocco schermo. 

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Tutti al polo!

 In campo c’è anche Stefano Giansanti, capitano della nazionale italiana di polo che incontriamo prima della partita, e che...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img