martedì, Luglio 23, 2024

La pessima idea di presentare Andrea Pirlo ai tifosi come Il Padrino

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

E infatti nel post nulla è lasciato al caso. Andrea Pirlo  appare in un’immagine in bianco e nero vestito con una giacca, il papillon e una rosa rossa (questa a colori) nel taschino. Un Marlon Brando con più barba e con i capelli più lunghi.

Da Maestro a Padrino

Chissà cosa avrà pensato il diretto interessato, che finora si fregiava del soprannome Maestro, nel vedersi accostato a Don Vito Corleone. Al momento, l’unico messaggio di risposta al poco elegante benvenuto del Karagumruk è stato molto istituzionale. «Felice di iniziare questa nuova avventura – ha scritto l’ex-centrocampista – Grazie».

Non hanno reagito con altrettanto savoir-faire i tanti tifosi italiani che si sono imbattuti nel tweet incriminato. «Sono davvero amareggiato – scrive un utente – siamo ancora a questi livelli. Che vergogna». «Spero che Andrea Pirlo si faccia sentire – posta un altro – è ora di finirla con questi stereotipi assurdi». «Se volevano far ridere non ci sono assolutamente riusciti. Anzi, a vedere queste cose a me viene da piangere», è un altro commento. 

C’è anche chi prova a buttarla sull’ironia. «Chissà come avrebbero reagito in Turchia se avessimo preso un allenatore loro e lo avessimo paragonato a un Kebab…», si domanda un tifoso.

Qualcuno che non se l’è presa, comunque, a cercarlo bene tra i tantissimi messaggi di biasimo per una caduta di stile decisamente evitabile, c’è. «In fondo Il Padrino è un gran bel film, famoso in tutto il mondo», prova a sdrammatizzare una ragazza. «Forse non sanno bene di cosa parla la pellicola», scrive un’altra concedendo alla dirigenza del Karagumruk il beneficio del dubbio sulla loro reale volontà di paragonare il nuovo allenatore a un capo della Mafia.

Il contratto

Andrea Pirlo, oggi quarantatreenne, si è legato al club di Istanbul firmando un contratto per una sola stagione e percepirà 1.5 milioni di euro. La nuova avventura in terra di Turchia arriva dopo l’esperienza in bianconero iniziata come tecnico della rappresentativa giovanile Under 23 nel 2020 e quella come responsabile della Prima Squadra nella stagione calcistica successiva. Sotto la sua guida i bianconeri non hanno brillato, chiudendo il campionato di Serie A al quarto posto.

E visto il benvenuto, non ci sorprenderemmo se in una delle prossime conferenze stampa gli venisse chiesto quante pizze e quanti mandolini potrebbe acquistare in Italia con il suo compenso.  

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Startup, cosa vuole fare il governo (spoiler: poco)

Il governo Meloni si prepara a varare una riforma di regole e incentivi per le startup. Un documento a...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img