domenica, Luglio 3, 2022

Android Auto abbandona definitivamente gli smartphone

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Android Auto si accomiata definitivamente dagli schermi degli smartphone: Google l’aveva segnalato già a inizio mese, ma diverse segnalazioni oltre Oceano indicano che è finalmente passata ai fatti e ha iniziato a disattivare l’app. Entro qualche giorno, quindi, il servizio sarà accessibile solo e soltanto tramite lo schermo dell’unità infotainment della propria auto compatibile. Vale la pena ricordare che già non è disponibile dall’anno scorso per tutti gli smartphone con Android 12 e più recenti.

Una volta che Google “stacca la spina” lato server, per così dire, se si tenta di avviare l’app di Android Auto dal proprio smartphone si viene reindirizzati automaticamente nella pagina delle impostazioni in cui si può configurare il pairing di un nuovo veicolo. La pagina spiega ancora una volta che ora il software è disponibile solo per gli schermi delle automobili.

E chi non ce l’ha, un’auto compatibile? Niente paura, non è costretto a cambiarla: può usare la Modalità Guida di Google Assistant, il cui annuncio risale addirittura al 2019 e che è stato distribuito per la prima volta verso gennaio 2021. Circa un anno esatto dopo è arrivato un refresh piuttosto corposo dell’interfaccia grafica. Se Android Auto per smartphone era un’app dedicata, la modalità guida di Assistant è direttamente collegata a Maps e all’app Google, che contiene l’assistente virtuale stesso.

Il modo più semplice per avviarla è far partire la navigazione in tempo reale da Maps e premere il pulsante in basso a destra nella barra scura che compare. Si può anche chiederlo ad Assistant con un comando vocale; infine, una volta avviata, è possibile generare un collegamento da inserire nella Home. Da qui è possibile accedere ai propri contenuti multimediali, alle chiamate e ai messaggi, alla navigazione e altre funzionalità software rilevanti tramite un’interfaccia con pulsanti molto grandi, studiata appositamente per essere facile da raggiungere anche mentre si guida.

La Modalità Guida ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi rispetto alla vecchia Android Auto – uno dei “contro” principali è che ancora non è stato implementato il supporto alla modalità landscape, ma come funzionalità è già abbastanza completa. Non ci si sente, insomma, di fare un passo indietro – come per esempio è capitato con il passaggio tra Play Musica e YouTube Music.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Cosa vedere a luglio su Infinity+, Apple Tv+, Starzplay e Timvision

Non mancano Infinity+, Apple Tv+, Starzplay e Timvision nella programmazione streaming di luglio: anche queste piattaforme sono ormai un...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img