mercoledì, Giugno 29, 2022

9 powerbank affidabili per tenere carichi i tuoi gadget quando non c'è elettricità

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Mettere le mani sulle migliori powerbank in circolazione evitando acquisti inutili non è solo questione di sapere cosa occorre ricaricarci. Da una parte infatti questi gadget — pur proponendo lo stesso servizio — sono sul mercato in decine di varianti differenti; d’altro canto però la variabile principale per consigliarne l’acquisto resta pur sempre quella dell’affidabilità.

Questi dispositivi sono sostanzialmente batterie ricaricabili, ovvero componenti chimiche che vanno assemblate con cura affinché risultino in prodotti capaci di ricaricare i gadget a velocità e in quantità conformi a quanto promesso; il tutto deve poi avvenire in completa sicurezza, per evitare travasi o pericolosi corto circuiti.

Il fatto che questa tipologia di dispositivi si possa trovare online a poco prezzo non deve dunque indurre a pensare che tutti i gadget economici siano validi. In questa più che in altre categorie è meglio spendere qualche euro in più per affidarsi a prodotti provenienti da marchi noti, anche perché gli scenari di impiego di una powerbank sono molteplici e a volte delicati.

Che si tratti di organizzare un viaggio o di reagire a un blackout improvviso, una powerbank può infatti fare la differenza tra uno smartphone carico e uno spento, e dunque tra il rimanere in comunicazione con il mondo esterno e il restare isolati fino alla prima presa di corrente funzionante.

Come scegliere le migliori powerbank per ogni esigenza

Per questo abbiamo radunato alcuni dei dispositivi più noti sul mercato, spaziando il più possibile in tutti gli ambiti principali che li caratterizzano.

  • La capienza, espressa in mAh, che determina di quanto (o quante volte) i prodotti potranno ricaricare i dispositivi collegati.
  • La corrente erogata, solitamente espressa in watt, che aiuta a capire quale tipologia di prodotto potranno ricaricare — dagli smartwatch ai laptop, passando per smartphone e tablet.
  • Il numero e la tipologia di prese a bordo, per capire quanti e quali cavi di ricarica potranno essere collegati contemporaneamente alla powerbank.
  • La tecnologia di ricarica, per capire se i gadget compatibili potranno essere ricaricati a velocità maggiori del normale.
  • Eventuali extra, come la presenza di bobine per la ricarica wireless, una scocca resistente agli urti o pannelli led per indicare con precisione lo stato della powerbank.

Di seguito la nostra selezione, con prezzi che variano tra i 200 euro delle riserve energetiche più accessoriate e capienti fino a scendere alle poche decine di euro sufficienti ad assicurarsi gadget compatti e abbordabili, ma sempre e comunque affidabili.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

L'Alfa Romeo Giulia in 11 film polizieschi

L'Alfa Romeo Giulia nasce nel 1962, nel pieno del boom economico italiano del Dopoguerra. È una berlina elegante con...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img