sabato, Agosto 13, 2022

Dominic Fike, il metamoderno attore di Euphoria

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Fino a quando non sono andati in onda i suoi episodi di Euphoria, Fike non aveva intenzione di continuare a recitare. Il creatore Sam Levinson non voleva che si sentisse intrappolato. «Sam mi ha sempre dato la possibilità di andarmene. Mi diceva riferendosi a Elliot: “Ogni volta che vuoi andartene per fare il musicista, bello, fammelo sapere, e io ti ammazzo”», spiega.

Image may contain Clothing Apparel Keyboard Computer Hardware Hardware Computer Keyboard Electronics and Computer

Scarpe John Lobb. Orologio Rolex

Mentre ci sediamo al bar del museo e più o meno la millesima persona del giorno gli dice che lo adora in Euphoria, Fike spiega perché alla fine ha deciso di firmare per una seconda stagione. Per cominciare: la sua prima prova ha dato buoni frutti sotto forma di progetti recitativi più importanti. «C’è della roba pazzesca che sto per fare, e che mi terrà impegnato per molto tempo, potenzialmente», dice, rifiutandosi di parlare dei dettagli. Ma tornare gli dà anche la possibilità di passare ancora più tempo con la sua ragazza. 

Fike e Schafer si sono conosciuti sul set a Los Angeles, e Fike è molto innamorato. Mi racconta che è andato nel negozio Prada a SoHo otto volte negli ultimi quattro giorni — per comprare vestiti, ovvio, ma anche per vedere il volto della modella sulle pubblicità esposte nelle vetrine del negozio. «È la parte migliore», dice Fike. Adesso Schafer è a Milano, e gli manca. 

Fike e Schafer hanno subito trovato una facile alchimia ma c’è voluto un attimo per entrare in sintonia con gli altri attori sul set. Tutta l’esperienza di essere il nuovo arrivato a Euphoria «inizialmente mi ha molto intimidito. Zendaya, è semplicemente pazzesco vederla nella vita vera. La vedo nei cazzo di film, e roba del genere, e mi dico: “Oh, merda, quella è la ragazza di Spider-Man, amico!”. E poi Tom Holland si presenta sul set e la bacia sulla bocca, e io sono lì che penso: “È pazzesco!”», racconta.

Le eventuali barriere che Fike aveva alzato quando è arrivato sul set sono state subito abbattute dall’intensità emotiva della serie. Nei primi giorni, Schafer ha girato una scena in cui piangeva. La sua interpretazione lo ha steso. A sentire lui, sul set è calato il silenzio mentre lei entrava nel personaggio. «Volevo abbracciarla. Le lacrime hanno cominciato a scendere, lei ha detto, “Okay, sono pronta”. E poi hanno girato la scena». Dopo, Fike ha chiesto a Schafer di insegnargli a piangere a comando, e lei lo ha fatto. 

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

I migliori ristoranti all’interno degli stadi di calcio

I migliori ristoranti del pianeta hanno solitamente degli affacci incantevoli. E se vi dicessimo che il primo classificato nella...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img