giovedì, Luglio 25, 2024

Come il diritto all'aborto ha cambiato la vita delle donne negli Stati Uniti

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Venerdì 24 giugno la Corte suprema degli Stati Uniti ha eliminato il diritto all’aborto a livello federale, restituendo la facoltà di regolamentare la procedura ai singoli stati, più della metà dei quali ha già manifestato la volontà di vietarla. La decisione ribalta la storica sentenza Roe v. Wade del 1973, che garantiva il diritto all’aborto in tutto il paese.

La decisione – che in tredici stati farà scattare delle leggi che renderanno illegale l’interruzione di gravidanza, le cosiddette trigger laws – era attesa fin da a maggio, quando era trapelata una bozza che anticipava il parere della corte, e promette di cancellare cinquant’anni di profondi cambiamenti per la vita delle donne e per il benessere delle famiglie negli Stati Uniti.

Dall’inizio degli anni Settanta, il tasso di matrimoni delle donne statunitensi si è dimezzato, mentre il numero di laureate è quadruplicato. Il numero di donne che non partoriscono è cresciuto di oltre il doppio mentre le donne che rinunciano al lavoro perché stanno crescendo dei figli si è dimezzato rispetto a cinquant’anni fa.

In altre parole, negli ultimi cinquant’anni, grazie all’accesso a pratiche legali e sicure per interrompere la gravidanza, negli Stati Uniti le donne hanno potuto compiere delle scelte che hanno trasformato la loro vita. Ora, con l’annullamento di Roe v. Wade, alcune di quelle scelte e possibilità potrebbero non essere più disponibili.

La possibilità di determinare il momento in cui avere figli è un pilastro della famiglia moderna”, afferma Philip N. Cohen, professore di sociologia della University of Maryland, che a maggio aveva sottolineato su The New Republic come il diritto all’aborto sia una componente fondamentale della democrazia.

La situazione prima di Roe v. Wade

Prima di Roe v. Wade, la regolamentazione dell’interruzione di gravidanza era prerogativa dei singoli stati, esattamente come accadrà in futuro. Alla fine degli anni Sessanta, undici stati allentarono il divieto totale all’aborto per consentire eccezioni occasionali, a seguito di un esame da parte di una sorta di comitato medico, nei casi di stupro e incesto, o per preservare la vita delle donne. Nel 1970, poi, la capitale Washington e cinque stati – Alaska, California, Hawaii, New York e Washington – legalizzarono l’aborto sia per i propri residenti che per tutte le donne abbastanza ricche da poter raggiungere gli stati.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Stephen King, in arrivo il film tratto da La lunga marcia

È stato annunciato che Lionsgate ha iniziato le riprese di The Long Walk, il film tratto da La lunga...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img