sabato, Agosto 13, 2022

Se il negozio non ha il Pos, posso non pagare?

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

image

Il prossimo 30 giugno entrano in vigore le nuove regole per commercianti, artigiani e professionisti che saranno obbligati ad accettare pagamenti con carte di credito o debito tramite Pos, altrimenti dovranno pagare una sanzione. Annunciate da anni ma mai entrate in vigore, le multe sono state inserite all’interno dell’ultimo decreto PNRR, entrando in vigore giovedì prossimo dato che il Parlamento ha deciso di non modificarlo, approvandolo così come uscito dal consiglio dei ministri. Ma cosa succede adesso se un negozio non ha il Pos? Sono autorizzato a non pagare? 

Abbiamo realizzato una mini-guida alle nuove regole del pagamento con Pos

A quanto ammonta la multa per negozi e professionisti?  

Dal 30 giugno chi rifiuta il pagamento elettronico dovrà pagare una sanzione amministrativa di 30 euro più il 4% del valore della transazione sulla quale è stata negato il pagamento con carta di credito. Quindi, per fare un esempio, su uno scontrino di 100 euro, il negoziante sarà costretto a pagare una multa da 34 euro e così via.  

Chi è tenuto a rispettare questo obbligo?  

Commercianti, artigiani e professionisti. Quindi nel lungo elenco ci sono anche bar, idraulici, fabbri, ingegneri, avvocati, tabaccai, notai, dentisti e così via.  

Chi e come si accerteranno le violazioni? 

L’accertamento spetta alla polizia giudiziaria nonché agli «organi addetti al controllo sull’osservanza delle disposizioni» come recita il decreto. In buona sostanza, spetterà al cliente denunciare il locale o il professionista affinché vanga commisurata la sanzione chiamando la Guardia di Finanza (al numero 117) o facendo una segnalazione all’Agenzia delle Entrate

Possiamo non pagare la prestazione?  

Se abbiamo già usufruito del servizio possiamo uscire impegnandoci a saldare il debito in un secondo momento, tornando dopo aver prelevato denaro contante o presentando la ricevuta di un bonifico. Ma bisogna prepararsi a perdere un sacco di tempo: sia per fare la denuncia che per ritornare nel locale per saldare il conto.  

Posso pagare anche un caffè con la carta? 

Certo, non ci sono limiti. Anzi, molti istituti dal primo gennaio 2021 rimborsano il 100% delle commissioni sulle transazioni inferiori a 5 euro pertanto non ci sono più costi insostenibili per gli esercenti. Sopra ai 999,99 euro, invece, è obbligatorio utilizzare la carta visto che dal primo gennaio di quest’anno è stato abbassato il limite massimo all’utilizzo del contante.  

Ci sono delle eccezioni? 

Sì, ed è proprio su questo che faranno leva commercianti e professionisti per eludere l’obbligo. È sufficiente avere problemi di natura tecnica per non essere passibili di sanzione: per cui basta avere il pos fuori uso o una mancanza di connessione per far saltare la multa. In più, per essere in regola con la nuova norma, possono limitarsi ad accettare un solo circuito di credito – quindi Visa, Mastercard, Bancomat e così via – per aggirare le sanzioni.  

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

I migliori ristoranti all’interno degli stadi di calcio

I migliori ristoranti del pianeta hanno solitamente degli affacci incantevoli. E se vi dicessimo che il primo classificato nella...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img