lunedì, Luglio 15, 2024

Cinque Terre Mobility Card, terra e mare in un’unica carta servizi

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

La sperimentazione della nuova Moblilty Card, che unisce ed esalta l’uso integrato di tutti i servizi di mobilità pubblica presenti nel Parco nazionale delle Cinque Terre, entra nella fase operativa. La nuova tipologia di Carta servizi, completa del trasporto in battello, è una delle iniziative previste dall’ampio accordo di collaborazione che vede Ente Parco e Consorzio Marittimo Turistico Cinque Terre Golfo dei Poeti, fianco a fianco, in un percorso condiviso di miglioramento delle prestazioni ambientali, degli impatti diretti ed indiretti sull’ambiente marino e nella gestione dei flussi turistici. 

La nuova formula della card nasce infatti per facilitare gli spostamenti, via terra e via mare, in un territorio in bilico tra pressione turistica e instabilità idrogeologica, attraverso l’utilizzo di tutti i mezzi di trasporto pubblico o di viabilità a basso impatto a disposizione, offrendo ai visitatori l’opportunità di costruire a piacimento il proprio itinerario giornaliero nel Parco.  

Il test della card durerà per tutta la stagione estiva e sarà venduta esclusivamente online ad un costo di 50 euro. In questa fase saranno solo 200 le card disponibili giornalmente: un numero che consentirà di valutare il gradimento del pubblico e gli effetti sulla distribuzione dei visitatori. 

«La nuova card integrata con il servizio battello esalta le peculiarità del nostro Parco, il suo essere un incontro tra terra e mare in sviluppo verticale. – Ha sottolineato la presidente del Parco, Donatella Bianchi – L’opportunità di comporre il proprio itinerario, combinando la dimensione del camminare, con quella della navigazione o del trasporto su rotaia o via bus, è già di sé un’attrazione che restituisce al visitatore una visione più ampia e tridimensionale del paesaggio. Spostarsi in libertà attraverso la rete sentieristica o con i mezzi pubblici, è sicuramente di minor impatto rispetto al trasporto individuale e consentirà al Parco di valutare gli effetti sulla distribuzione delle presenze turistiche».

«Siamo lieti di aver raggiunto un accordo con il Parco Nazionale delle Cinque Terre –  ha dichiarato il presidente del Consorzio Marittimo, Rudy Biassoli – per la realizzazione di un’unica Card che seppur al momento venduta in numero limitato possa essere un test bench sia per i turisti che per noi operatori che ci vediamo pronti a collaborare ancora più strettamente con il Parco Nazionale delle Cinque Terre, ma al contempo vogliamo analizzare i dati al fine di garantire la sostenibilità del progetto».

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

La tuta spaziale che trasforma l’urina in acqua potabile

Immaginate di indossare una tuta spaziale e, nel bel mezzo di una passeggiata lunare, di avere bisogno urgentemente del...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img