lunedì, Luglio 15, 2024

Hyundai IONIQ 6, oltre 610 km di autonomia per la Streamliner elettrica

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Dopo aver mostrato in anteprima il design della nuova elettrica IONIQ 6, Hyundai ha presentato ufficialmente il suo nuovo modello, condividendo molte più informazioni. L’inizio della produzione della sua nuova vettura derivata dalla concept car Prophecy è pianificato nel terzo trimestre del 2022.

I tempi di lancio per i vari mercati saranno comunicati più avanti. Nessuna informazione, per il momento, nemmeno sui prezzi.

DESIGN ED INTERNI


image

Hyundai definisce la IONIQ 6 come una “Electrified Streamliner“. Del design non c’è molto da aggiungere rispetto a quanto abbiamo già visto alla fine di giugno. La vettura presenta linee pulite e semplici e forme estremamente aerodinamiche. Questa attenzione ha permesso di ottenere un Cx di appena 0,21.

Adesso, sappiamo che questo nuovo modello misura 4.855 mm lunghezza x 1.880 mm larghezza x 1.495 mm altezza, con un passo di 2.950 mm. A seconda della variante, la IONIQ 6 può disporre di cerchi in lega da 18 o da 20 pollici. La vettura poggia sulla ben nota piattaforma E-GMP che il Gruppo Hyundai ha sviluppato espressamente per le auto elettriche. Piattaforma sui cui poggia anche la Hyundai IONIQ 5.

Nuova Hyundai IONIQ 6 è disponibile in una gamma di 12 colori esterni, tra cui Gravity Gold Matte, Abyss Black Pearl, Serenity White Pearl, Curated Silver Metallic, Nocturne Gray Metallic, Nocturne Gray Matte, Transmission Blue Pearl, Biophilic Blue Pearl, Ultimate Red Metallic, Digital Green Pearl, Digital Green Matte e Byte Blue.

imageimage

Parlando degli interni, si notano diverse somiglianze con quelli della IONIQ 5. Troviamo, dunque, un grande pannello all’interno del quale è presente il display della strumentazione e quello del sistema infotainment con piattaforma Bluelink. Entrambi sono da 12 pollici. Presenti, ovviamente, i supporti ad Apple CarPlay e ad Android Auto.

Tra le funzioni del sistema infotainment anche quella che fornisce in tempo reale una mappatura del raggio di percorrenza residuo in base allo stato di carica del momento e dello stile di guida. Il supporto Bluetooth permette di associare due dispositivi contemporaneamente, uno per le telefonate e uno per lo streaming musicale.

La IONIQ 6 può contare pure su di un impianto audio Bose con 8 altoparlanti e un subwoofer. La nuova vettura elettrica offre anche la funzione di aggiornamento software Over-the-Air (OTA) per numerosi sistemi di bordo. Hyundai propone pure il Dual Color Ambient Lighting che consente al conducente di modificare la percezione dell’abitacolo in base alla sue preferenze, scegliendo tra uno spettro di 64 colori e 6 temi preselezionati.

imageimage

Tutti i sedili sono stati realizzati specificamente per modelli completamente elettrici e sono più sottili di circa il 30% rispetto a quelli di altri modelli convenzionali, garantendo più spazio ai passeggeri. Opzionalmente è possibile avere i sedili anteriori Relaxation Comfort Seats. Le persone a bordo potranno contare anche su quattro porte USB di tipo C e una di tipo A.

Per migliorare l’esperienza di guida, la nuova IONIQ 6 offre l’EV Performance Tune-up, cioè un sistema che consente al conducente di regolare liberamente i parametri di guida come la resistenza dello sterzo, la potenza del motore, la sensibilità del pedale dell’acceleratore e, nelle versioni a due motori, la modalità di trazione (trazione posteriore, integrale o automatica).

MOTORI E AUTONOMIA


image

Hyundai ha fornito anche qualche informazione aggiuntiva sui powertrain scelti per la IONIQ 6. La vettura è proposta in diverse versioni con uno o due motori elettrici e pacchi batterie di due capacità differenti. L’accumulatore da 77,4 kWh può essere abbinato a versioni sia con singolo motore e sia con doppio motore e la trazione integrale.

Al vertice, racconta Hyundai, troviamo un powertrain con doppio motore in grado di erogare 239 kW (325 CV) con 605 Nm di coppia. Molto buone le prestazioni visto che questa versione della IONIQ 6 sarà in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi.

Il marchio coreano ha voluto sottolineare l’efficienza della vettura. Nella versione con batteria da 53 kWh, singolo motore (trazione posteriore) e cerchi da 18 pollici, Hyundai dichiara meno di 14 kWh per 100 km. Sul fronte della ricarica, grazie all’architettura a 800 V, dalle colonnine in corrente continua a 350 kW, per passare dal 10% all’80% della capacità della batteria bastano 18 minuti.

E l’autonomia? Hyundai ha dichiarato oltre 610 km (stimata) per il modello con l’accumulatore da 77,4 kWh, singolo motore elettrico e cerchi da 18 pollici. Come tutte le vetture basate sulla piattaforma E-GMP, anche la IONIQ 6 dispone del supporto alla funzione Vehicle-to-Load (V2L) che consente di fornire energia e caricare dispositivi elettrici esterni.

SICUREZZA

Per quanto riguarda la dotazione ADAS, la nuova elettrica può contare sulla versione aggiornata di Hyundai SmartSense. Abbiamo, per esempio, l’Highway Driving Assist 2 (HDA 2), lo Smart Cruise Control (SCC) e il Forward Collision-Avoidance Assist (FCA). Alcuni allestimenti includono le funzioni avanzate di Junction Crossing, Lane-Changing Oncoming e Lane-Changing Side, oltre all’Evasive Steering Assist.

IONIQ 6 dispone pure dell’Intelligent Speed Limit Assist (ISLA), che regola la velocità del veicolo per adeguarla al limite di velocità, e dell’High Beam Assist (HBA) che accende e spegne le luci abbaglianti di notte per i veicoli in avvicinamento nella corsia opposta. L’auto è anche in grado di rilevare se i conducente è assonnato o distratto. Il Driver Attention Warning (DAW) analizza il livello di attenzione del conducente durante la guida e lo avverte quando necessario.

image

Abbiamo poi il Blind-Spot View Monitor (BVM) che consente la visualizzazione dell’angolo cieco tramite una telecamera, per un cambio di corsia sicuro. Per la sicurezza dei passeggeri posteriori è presente il sistema Safe Exit Warning (SEW), che segnala l’avvicinarsi di un veicolo dal lato posteriore mentre si scende.

Non mancano le funzioni avanzate per il parcheggio come il Remote Smart Parking Assist 2 (RSPA 2) che aiuta a parcheggiare da remoto grazie alla funzione Remote Parking, oppure permette di uscire da un parcheggio, sempre dall’esterno del veicolo, grazie alla funzione Remote Operation. Il Rear Cross-Traffic Collision-Avoidance Assist (RCCA) aiuta a evitare le collisioni con i veicoli in arrivo dai lati durante la retromarcia, mentre il Forward/Side/Reverse Parking Collision-Avoidance Assist (PCA) aiuta a evitare collisioni con pedoni e oggetti intorno al veicolo durante il parcheggio o l’uscita da esso.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

La tuta spaziale che trasforma l’urina in acqua potabile

Immaginate di indossare una tuta spaziale e, nel bel mezzo di una passeggiata lunare, di avere bisogno urgentemente del...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img