martedì, Luglio 23, 2024

Il Diamante festeggia i suoi primi 40 anni; dati confortanti dalla ripartenza dei viaggi

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Fu nella torinese Villa Sassi che 40 anni fa si tenne la presentazione del primo catalogo del Diamante. E nella stessa villa, l’operatore oggi di casa Quality ha festeggiato questo importante anniversario. Il Diamante nacque dunque nel 1982, all’epoca un piccolo to creato a Ivrea dall’intuizione del suo fondatore, Renato Bomben, che iniziò a creare circuiti turistici in alcune parti dell’Africa e Sud Africa, divenendo negli anni pioniere in molte destinazioni, quali Namibia, Kenya e Tanzania.

L’anniversario del Diamante è l’occasione per riflettere sulla strada che abbiamo percorso fino a oggi, iniziando a muovere i primi passi con lungimiranza verso l’Africa che ci ha regalato 40 anni di soddisfazioni e successi – sottolinea il general manager del to, Massimo D’Eredità -. Senza perdere la sagacia degli esordi dobbiamo prepararci ad affrontare il futuro che ci vedrà impegnati nella ricostruzione del nostro comparto. Dopo tanti anni di sfide e di successi abbiamo dovuto spegnere il motore delle vendite senza però fermarci: abbiamo avuto la caparbietà di tenere lo sguardo fisso oltre al buio per cogliere ogni spiraglio e farci trovare pronti”.

Dalla riapertura dei mercati Il Diamante ha così registrato dati molto confortanti sulle prenotazioni di Nord Europa (Scandinavia e Islanda in particolare), Africa del sud e equatoriale, con un boom di vendite per Tanzania e Kenya; a favorire questo risultato una programmazione ampia, profonda e rinnovata, disponibile già dall’inverno.

“Il successo ottenuto e la forza del nostro brand non risiedono solo nell’offerta di prodotto che possiamo di volta in volta arricchire, rinnovare, ampliare – conclude D’Eredità -. La nostra forza risiede nelle persone del nostro team, nella nostra organizzazione che è rimasta compatta, solida e motivata e non si è arresa davanti alle sfide, nemmeno quelle più dure che hanno contraddistinto gli ultimi anni della nostra storia. Al team della sede di Torino ai residenti all’estero, alla forza vendite, ai nostri corrispondenti, alle guide e a tutti i nostri partner vanno i miei ringraziamenti più sinceri. Un plauso speciale va alla distribuzione, che da sempre ci supporta e rinnova la sua fiducia e che in questi anni ha camminato insieme a noi per essere pronta a raggiungere il mercato con la preparazione e gli strumenti più adeguati”.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Startup, cosa vuole fare il governo (spoiler: poco)

Il governo Meloni si prepara a varare una riforma di regole e incentivi per le startup. Un documento a...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img