venerdì, Ottobre 7, 2022

Come fotografare bene le stelle con lo smartphone

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

image

Fotografare le stelle con lo smartphone non è più impossibile come una volta. L’enorme sviluppo delle fotocamere e dei processori d’immagine ha permesso ai telefoni di oggi di raggiungere un livello di dettaglio impensabile fino a qualche anno fa, consentendo perfino ad alcuni costruttori di realizzare delle vere e proprie modalità “astrofotografia” da attivare nell’app Fotocamera. È il caso di Google, Apple e vivo che hanno investito tantissimo sulle foto notturne e, in particolar modo, su come far risaltare il cielo stellato, la Luna o i pianeti riducendo al minimo l’effetto sfuocato o l’immagine troppo scura. Ma non è necessario avere uno smartphone da mille euro per fare belle foto di notte così, vista la concomitanza con le stelle cadenti di San Lorenzo in arrivo, abbiamo deciso di realizzare questa guida per aiutarti a fotografare le stelle con lo smartphone

Come creare la situazione

Innanzitutto è necessario creare la situazione perfetta per consentire al telefono di lavorare al meglio. Iniziando proprio dalla notte: per fotografare le stelle o la Luna con lo smartphone devi essere al buio totale. Vai fuori città, cerca un punto ideale in collina o in montagna dove poter avere un buon punto di osservazione e scegli il luogo con il minor inquinamento luminoso che conosci.  Poi porta con te un treppiedi o un qualunque tipo di strumento che ti permetta di tenere saldo il telefono in posizione ferma e stabile. Molto spesso possono essere necessarie più foto da fondere insieme per avere un risultato perfetto e non è possibile ottenerle a mano libera, per quanto si possa avere l’impugnatura ferma.  

Come usare lo smartphone

Una volta trovato il luogo giusto e aver bloccato lo smartphone, bisogna lavorare sull’app Fotocamera: come detto, chi ha un iPhone o un Google Pixel può puntare sulla modalità nativa per fotografare le stelle e lasciar fare tutto al telefono, ma gli altri possono ottenere lo stesso risultato ritoccando alcune impostazioni. Innanzitutto togli il flash che è inutile (anzi dannoso) in una situazione come questa e non toccare lo zoom digitale per non riempire di “rumore” l’immagine, poi cerca di inquadrare il soggetto provando a metterlo a fuoco manualmente. Devi lavorare sull’esposizione, per catturare più luce possibile bilanciando il nero del cielo con la luminosità delle stelle o dei pianeti che stai inquadrando, e sull’autofocus per impedire al telefono di zoomare o allontanarsi troppo dall’immagine e renderla sfuocata.  

Le app che ti aiutano a fotografare le stelle

In alternativa, se non sei soddisfatto, puoi affidarti ad alcune app che possono aiutarti in questo lavoro come DeepSkyCamera o Star Trails che sono pensate appositamente per fotografare le stelle con lo smartphone e che ti consentono di avere più impostazioni a disposizione (e fare ancora più prove per migliorare) per tirare fuori la migliore immagine possibile con il tuo telefono. Poi, se vuoi veramente il massimo, puoi sempre comprare un telescopio da agganciare allo smartphone che, in combinato con le app in grado di seguire il movimento terrestre, ti consentono di scattare immagini da urlo con tempi di lunghissima esposizione e che ti permettono di avere la classica foto del cielo solcato da scie luminose.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Wired Next Fest, cosa seguire oggi venerdì 7 ottobre

Rita Elvira Adamo, cofondatrice della Rivoluzione delle seppie, Stefano Sotgiu, economista pubblico e promotore del progetto Bulzi, Alessia Zabatino,...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img