martedì, Settembre 27, 2022

School Tales – La serie: il vero orrore per i teenager sono il bullismo e i social

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

School Tales: La serie si rifà al J-horror, ai manga (l’antologia stessa è tratta da dei fumetti) scolastici dell’orrore – e al cinema di inizio millennio nipponico basati sulle storie di spiriti di vendetta. Ma è anche l’ennesimo esemplare, in versione televisiva, del florido ed eccitante cinema dell’orrore tailandese che negli ultimi anni ha sfornato decine e decine di pellicole di un certo successo anche in Occidente (valsa l’esempio di Shutter, il ghost movie sul fantasma appollaiato sulle spalle delle sue vittime). O come Inhuman Kiss, love story giovanile incentrata sulla leggenda delle krasue, fantasma femminile la cui testa – con tanto di trachea e organi interni al seguito – si stacca dal corpo di notte per vagare in cerca di vittime.

Beautiful

JUKRIN KONGDON/NETFLIX

E proprio una di queste creature disperate compare in uno dei racconti, uno dei tanti personaggi ispirati al folklore congiunto di Thailandia, Malaysia, Vietnam, Filippine e Indonesia, ovvero i paesi del sud-est asiatico che deliziano i fan dell’horror con pellicole gustose piene di magia e desiderio di rivalsa. Tutti i racconti, meno Headless Teacher, che tratteremo a parte, mantengono lo stesso registro e lo stesso filo conduttore (la vittima – viva o morta – che si ribella ai suoi aguzzini, oppure lo studente o studentessa ossessionati dai social e dalla popolarità che vengono puniti per la propria megalomania). Cambiano i registi, tutte veterani del cinema dell’orrore, come Mike Phontharis Chotkijsadarsopon (Pee Nak), James Thanadon Nuansut (The Unborn Child), Songsak Mongkolthong (The Unborn) e Tum Puttipong Saisrikew di Art of Devil 2. Lo stile rimane abbastanza omogeneo; metà della narrazione è dedicata all’azione e alla paura e l’altra metà alla critica sociale, proprio come nei recenti teen horror coreani come Non siamo più vivi e Home Sweet Home. 

Non c’è nessuno di questi racconti che faccia morire di paura, ma nemmeno nessuno che lasci indifferenti. Allucinati, supergory, materializzano i mostri generati dalla psiche quanto quelli che abitano davvero le aule delle scuole. Spesso morbosi e perversi, sanno anche essere malinconici. sconfortati, vittime abbandonate a sé stesse che avrebbero potuto salvarsi se il loro dolore non fosse affogato nell’assoluta indifferenza. Non ci sono jumpscare gratuiti in School Tales, ogni momento spaventoso è dosato e per ogni scena che lascia la paura alla suggestione ce n’è un’altra che indugia in rappresentazioni ben splatter e vivide. 

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Vent'anni fa, Minority Report aveva già capito perché la polizia predittiva avrebbe fallito

Non solo: lo stesso meccanismo che porta Anderton faccia a faccia con il presunto assassino di suo figlio è...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img