venerdì, Ottobre 7, 2022

È già finito l'amore tra le squadre di calcio e le criptovalute?

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

A partire dal 2019, il boom delle criptovalute ha portato diverse startup del settore a concludere accordi di sponsorizzazione con organizzazioni sportive professionistiche. Nella Serie A italiana e in campionati di fama mondiale come Nba e Formula 1, sono aumentati in modo esponenziale i marchi di monete digitali presenti negli stadi e sulle divise. Ora, quella che sembrava una redditizia unione destinata a durare, è minacciata dal recente crollo delle cripto. Nel prossimo torneo di Serie A, Inter, Roma e Lazio si dovrebbero presentare con un brand legato alle criptovalute sulla maglia, ma il condizionale è necessario ora che la svalutazione di bitcoin e prodotti simili sembra inarrestabile. È già finita la luna di miele fra criptovalute e sponsorizzazioni sportive?

Le maglie dell’Inter nel 2021 e nel 2022.

Inter, Roma e Digitalbits

Quest’anno l’Inter e la Roma sono accomunate dallo stesso sponsor: si tratta di Digitalbits, azienda collegata alla criptovaluta Xdb. Come altre monete virtuali, Xdb ha subito un’importante calo negli ultimi tempi; da novembre 2021 la criptovaluta di DigitalBits ha perso il 96% del suo valore. Il Sole 24ore riferisce che la squadra milanese non ha ricevuto parte dei fondi stabiliti per la sponsorizzazione. Per questo motivo l’Inter ha tolto il marchio dalle maglie della squadra femminile e della Primavera, mentre resta ancora su quella del team allenato da Simone Inzaghi. Per l’As Roma al momento non si segnalano problemi, così il team capitolino mantiene il logo sulla maglia nonché una pagina informativa riguardante Digitalbits sul proprio sito. La piattaforma di scambio per cripto Binance è invece fra gli sponsor della Lazio; nel 2021 l’Inter aveva scelto il token di Socios come sponsor e sui kit bianconeri dell’Udinese era arrivato perfino un cosiddetto meme-coin come Kibainu. Sponsorizzazioni che si sono rivelate rischiose a causa del crack delle monete digitali; un problema che non riguarda solo i team italiani.

Nswl senza fondi per colpa delle criptovalute

I dirigenti del campionato professionistico di calcio femminile degli Stati Uniti National Women’s Soccer League (Nswl) hanno comunicato alle giocatrici che potrebbero restare senza soldi dopo che la piattaforma di criptovaluta Voyager Digital, uno dei maggiori partner della lega, ha dichiarato bancarotta all’inizio di questo mese. Un duro colpo per i progetti di sviluppo della lega Nswl e per le sportive americane. Sempre negli Stati Uniti i tifosi sono preoccupati per i possibili effetti negativi dovuti al calo delle valute digitali. Le società di criptovalute, infatti, hanno investito più di 2,4 miliardi di dollari nel marketing sportivo negli ultimi 18 mesi. Coinbase ha stretto accordi con la National Basketball Association e la star Kevin Durant; FTX con la Major League Baseball; lo stadio più famoso di Los Angeles, dove gioca la storica franchigia dei Lakers, è stato rinominato Crypto.com Arena

La diminuzione di valore ha improvvisamente messo a repentaglio gli accordi di sponsorizzazione, anche se gli esperti credono che quelli maggiormente cospicui resteranno in atto. “Le aziende più piccole cadranno – ha detto Conrad Wiacek della società di consulenza GlobalData -. Ma i grandi accordi sono ancora, in alcuni casi, in fase di firma“. Le dichiarazioni ufficiali di Crypto.com sono sulla stessa lunghezza d’onda, come ha recentemente affermato un portavoce: “Siamo ben finanziati e si tratta di contratti pluriennali, che continueranno a svolgere un ruolo cruciale nella nostra missione di accelerare la transizione del mondo alla criptovaluta“. A beneficiare maggiormente sono state proprio le stesse società di cripto, grazie alla pubblicità verso un enorme bacino di utenza come quello rappresentato dai tifosi nel mondo. Tuttavia, come dimostra l’esempio dell’Inter in Italia, sembra che le partnership sportive da parte di aziende collegate alle cripto saranno ancora frequenti, ma su scala ridotta.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Bombe atomiche tattiche, cosa sono

È notizia delle ultime ore: il presidente russo Vladimir Putin starebbe preparando un test nucleare ai confini dell’Ucraina. Ne...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img