venerdì, Ottobre 7, 2022

Acura svela la ARX-06, sport prototipo ibrida con un V6 Honda da 10mila RPM

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Acura ha svelato alcune informazioni sulla ARX-06, sport prototipo ibrida che per la prima volta sfreccerà sui cordoli del Daytona International Speedway per la 24 Ore di Daytona di gennaio 2023, anche se il vero obiettivo è il campionato IMSA 2023. Molte delle componenti della Acura ARX-06 sono nuove: lo è il telaio ORECA LMDh, e lo è l’unità di potenza, parte di provenienza elettrica e parte riconducibile a uno splendido – per i nostalgici della sinfonia prodotta dai motori a combustione interna – V6 Honda da 10mila giri al minuto.

La presentazione della nuova sport prototipo Acura si terrà domani, venerdì 19 agosto, in California, ma l’azienda ha svelato più di qualche dettaglio in anticipo. Per il telaio monoscocca in fibra di carbonio della ARX-06, Honda Performance Development (HPD) e Acura hanno voluto proseguire sulla linea della collaborazione con ORECA che nel passato ha regalato grandi soddisfazioni, e la ARX-05 ne è l’esempio più recente – nel 2019 ha vinto i titoli piloti, team e costruttori nella massima classe DPi del campionato IMSA WeatherTech SportsCar.

[embedded content]

Per le forme della carrozzeria e lo studio aerodinamico la collaborazione è stata a tre, tra HPD, ORECA e l’Acura Design Studio di Los Angeles:

Il processo seguito per arrivare al design di Acura ARX-06 è esattamente lo stesso di quello a cui ci rifacciamo per creare una comune vettura stradale Acura (vendute da noi con il brand Honda, ndr) – ha confessato Dave Marek, Executive Creative Director di Acura. Gli stessi designer di alto profilo che progettano le auto di serie Acura sono partiti da alcuni schizzi, quindi li hanno trasformati in potenziali progetti. Successivamente per ciascuno di essi è stato realizzato un modello in scala, sono stati eseguiti dei test in galleria del vento che hanno coinvolto HPD e i nostri team partner affinché ci dessero il loro feedback.

V6 BITURBO DA 10.000 RPM E 680 CV


image

La Acura ARX-06 è mossa dalla power unit Acura AR24e, sviluppata da Honda Performance Development con l’obiettivo di introdurre i propulsori elettrificati nel programma sportivo endurance di Acura. Sull’elettrificazione la casa giapponese sta spingendo parecchio, e la Precision EV Concept al debutto alla Monterey Car Week ne è la dimostrazione.

La power unit è composta da un V6 a 90 gradi biturbo a iniezione diretta da 2,4 litri, il più piccolo in termini di cilindrata mai progettato da HPD per l’endurance ma capace di soddisfare l’obiettivo dei 500 kW di potenza, cioè 680 CV all’asse posteriore. Peraltro – ed è intuitivamente importante in ottica futura – la camera di combustione è stata progettata tenendo conto della possibilità di alimentare il propulsore con carburanti a basso impatto ambientale. Suonerà, e non poco: raggiunge i 10.000 rpm massimi imposti dai regolamenti.

image

A completare l’unità a combustione interna c’è un’unità elettrica, una MGU o Motor Generator Unit, proveniente dagli stabilimenti Bosch, mentre le batterie arrivano dalla Williams Advanced Engineering e il cambio da XTrac, un sequenziale a sei rapporti che trasferisce coppia e potenza all’assale posteriore.

Abbiamo raccolto la sfida introdotte dalle nuove regole IMSA e sviluppato quella che riteniamo essere una soluzione molto competitiva – ha dichiarato Pierre Descamps, che ha guidato il team di progettazione del gruppo propulsore di HPD per l’ARX-06. Siamo andati in una nuova direzione per HPD nel design dell’ICE (motore a combustione interna, ndr). È ancora un V6, che ovviamente Honda conosce molto bene, ma abbiamo introdotto diversi elementi nuovi che riteniamo possano massimizzare la sinergia con la MGU elettrica e il pacco batterie. Il nostro nuovo motore raggiungerà i 10.000 giri/min massimi previsti dalle regole, quindi emette anche un suono meraviglioso!

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Wired Next Fest, cosa seguire oggi venerdì 7 ottobre

Rita Elvira Adamo, cofondatrice della Rivoluzione delle seppie, Stefano Sotgiu, economista pubblico e promotore del progetto Bulzi, Alessia Zabatino,...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img