venerdì, Ottobre 7, 2022

Daemon Targaryen di House of The Dragon spiegato dal suo interprete, Matt Smith

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

image

Che rapporto costruisce con la principessa Rhaenyra?
È difficile da riassumere, perché ci sono un milione di cose che accadono contemporaneamente con tutti questi personaggi. Per lui Rhaenyra (interpretata da Milly Alcock e poi da Emma D’Arcy) è di famiglia, è sua nipote. C’è una sorta di bolla e di tensione in ogni scena tra loro.

Perché ha voluto far parte di House of the Dragon?
Per il ruolo, in più sapevo che c’era Paddy, che ho sempre ammirato. Infine, ho letto l’episodio pilota e mi è sembrato davvero ben fatto. L’ho letto una pagina via l’altra e ho pensato che il mondo nel pilota fosse abbastanza chiaro. Nel mio personaggio, poi, ci sono così tante zone d’ombra, che può arrivare ovunque. È sfidante per chi lo interpreta, perché è in qualche modo responsabile della narrazione, per quanto la sceneggiatura lo permetta; mi è sembrato un ruolo davvero impegnativo e interessante da interpretare.

Daemon non è solo un ragazzaccio, quindi…
Volevo evitare che finisse così, perché è abbastanza facile renderlo uno stereotipo, un po’ cattivo, un po’ bastardo, per così dire. Cercavo in lui qualcosa di più profondo, credo. Sembra un cliché, ma c’è una grande vulnerabilità emotiva in lui, una sorta di infantilismo nelle sue azioni. Pensa di fare la cosa giusta. A volte. Ma per lo più è un fottuto bastardo. Una dicotomia con cui è bello giocare.

Interpreta un guerriero senza pari. Cosa ha dovuto fare per prepararsi?
Ci sono molte scene di combattimento, battaglie, duelli con le spade e tutto il resto. Si trattava di una grande sfida fisica per me; si tratta di cose che non fanno parte del mio repertorio, non fino a ora. Ho fatto un percorso standard: ho cercato di imparare i combattimenti molto diligentemente… e ho sperato di avere una gran controfigura che mi facesse fare bella figura.

Ah, poi, Daemon ha una spada speciale. Si chiama Dark Sister ed è stata realizzata appositamente in Norvegia… È magnifica. L’ha fatta un artigiano che, a quanto pare, pressa molto bene l’acciaio.

Daemon è un cavaliere di draghi. In termini pratici, come funzionava questa cosa?
Beh, hanno costruito una specie di enorme piedistallo, un po’ come i tori meccanici. Solo… a circa 6 metri di altezza. Ti sparano addosso tutto vento e pioggia e intanto ci sovrappongono l’immagine del  mio drago di Caraxes. Comunque, il rapporto di Daemon con il suo “destriero”è interessante perché il suo drago è in realtà un po’ una sua immagine speculare. È un drago un po’ scontroso, ma se ama, ama davvero.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Bombe atomiche tattiche, cosa sono

È notizia delle ultime ore: il presidente russo Vladimir Putin starebbe preparando un test nucleare ai confini dell’Ucraina. Ne...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img