mercoledì, Luglio 24, 2024

La storia incredibile di John McAfee è diventata un documentario ben poco incredibile

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Un filo enfatico come titolo Running With The Devil non è vero? Il film non è da meno. Nonostante quella di John McAfee sia di suo una storia particolare, appassionante, piena di colpi di scena e di risvolti assurdi, lo stesso questo documentario di Netflix (che sembra molto una produzione blanda per il meno sofisticato dei canali televisivi americani), fa di tutto per esagerare e convincerci di stare guardando qualcosa di clamoroso. Di nuovo: non ce ne sarebbe bisogno ma è come se qui nessuno si fidasse della storia che ha in mano e sentisse il bisogno di sottolineare tutto due, tre, quattro o cinque volte, con il montaggio, con la colonna sonora, con le ripetizioni e poi le interviste. Un documentario che ti imbocca così tanto da farti venire a nausea quel che ti propone.

Per fortuna, se non altro, ci sono le immagini. Sono quelle infatti la parte eccezionale di Running With The Devil, le immagini girate effettivamente durante le molte fughe di John McAfee da una troupe sempre più sparuta di giornalisti di Vice (o almeno lo erano all’epoca in cui tutto iniziò). Li aveva chiamati McAfee stesso per documentare la sua imminente disavventura annunciata. Da anni ormai non era più dentro la società di antivirus che porta il suo nome (e più volte ne aveva parlato malissimo), era stato imprenditore in diverse altre compagnie (pioniere della chat in real time con PowWow) ma tutto era precipitato negli ultimi anni quando nel Belize (dove risiedeva) era stato accusato dell’omicidio del suo vicino di casa. Sostenendo di essere vittima di persecuzione McAfee decide quindi di scappare, sconfinare e iniziare una serie di lotte giuridiche ma poi anche di peripezie umane e personali, di stato in stato fino al termine addirittura in Spagna.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Kimberly Cheatle, perché si è dimessa la direttrici dei servizi segreti statunitensi

La direttrice dei servizi segreti degli Stati Uniti, Kimberly Cheatle, ha dato le proprie dimissioni dopo il l'attentato all'ex...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img