lunedì, Giugno 24, 2024

Cara Delevingne rende omaggio a Karl Lagerfeld con una capsule che sarebbe piaciuta anche a lui

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Karl Lagerfeld diceva che Cara Delevingne era «un personaggio uscito da un film muto», lo stilista tedesco che l’aveva eletta tra le sue muse d’elezione la definiva «la Charlie Chaplin del mondo della moda».  «Ha creduto in me quando tanti, me compresa, non lo facevano», ha detto lei, la supermodella e attrice inglese – 30 anni appena compiuti, modella dell’anno ai British Fashion Awards nel 2012 e nel 2014 . Il loro era un rapporto che nel tempo aveva trovato una dimensione intima e parallela, rispetto al mondo delle passerelle, li univa  l’amore per il divertimento, l’audacia. Lui adorava la sua genialità espressiva, il fatto che fosse ribelle, spiritosa, colta. Lei amava la sua genialità, il suo essere visionario, ma soprattutto «era un caro amico». «Una delle più grandi lezioni che ho imparato da Karl è stata quella di essere me stessa. Per fidarmi del mio istinto. Non conformarsi. Sentirlo da lui ha cambiato il corso della mia vita». 

Cara Delevingne rende omaggio a Karl Lagerfeld con una capsule che sarebbe piaciuta anche a lui

Così Cara Loves Karl è il titolo della capsule che Cara ha realizzato per il brand dell’omonimo kaiser della moda, come veniva chiamato nell’ambiente, mancato  nel febbraio 2019, che sublima e sancisce un rapporto che per certi versi non si è mai interrotto. La capsule propone pezzi versatili, over, interscambiabili, genderless, in materiali sostenibili, dal parka rilassato al blazer più elegante dotato di una coulisse che permette di stringere la vita ed esaltare la silhouette più definita, fino alla giacca in denim, il  bomber con maniche e cappuccio rimovibili. «Karl diceva sempre che tutti dovrebbero indossare ciò che vogliono e mixarlo a proprio modo, e la collezione Cara Loves Karl mostra che l’abbigliamento non deve avere un genere etichettato», spiega Hun Kim, Design Director di Karl Lagerfeld. «Il nostro processo di design con Cara è stato estremamente collaborativo, ed è stato di grande ispirazione ascoltarla condividere le sue storie, idee e aneddoti. Condividiamo una visione unica: i vestiti dovrebbero costruire fiducia, rispettare il pianeta, ed essere belli — indipendentemente da chi tu sia».

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Chi è William Gibson, l’uomo che ha inventato il cyberspazio

E pensare che l’approdo alla narrativa e alla fantascienza di Gibson ha seguito un percorso talmente tortuoso che avrebbe...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img