lunedì, Novembre 28, 2022

Toyota chiude la fabbrica di San Pietroburgo in Russia

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Toyota ha deciso di interrompere definitivamente le attività nello stabilimento di San Pietroburgo in Russia. In realtà, la produzione delle auto era già stata sospesa dal 4 marzo a causa di problemi con la catena di approvvigionamento che avevamo impedito di poter disporre di componenti chiave per la costruzione delle vetture.

Da allora, il marchio giapponese ha monitorato da vicino la situazione per valutare una possibile riprese della attività. Adesso, invece, è arrivato lo stop definitivo. Dopo 6 mesi, infatti, Toyota non vede alcun segnale della possibilità di poter riavviare la produzione all’interno di questa fabbrica. Anche se non detto esplicitamente, a pesare su questa decisione ci sono le conseguenze dello scoppio della guerra in Ucraina.

Ufficialmente, dunque, vista l’impossibilità di riavviare la produzione e viste le incertezze per il futuro, Toyota ha deciso di chiudere l’impianto. Una decisione, evidenzia il costruttore giapponese, che non è stata presa con leggerezza. A seguito della chiusura dell’impianto, il marchio ha in programma di riorganizzare le sue attività in Russia. Infatti, Toyota ha promesso che continuerà ad offrire servizi di assistenza ai modelli Toyota e Lexus nel Paese e a supportare la sua rete di concessionarie.

Inoltre, il marchio ha sottolineato che fornirà sostegno ai dipendenti dello stabilimento per il reimpiego e la riqualificazione. Non mancherà, inoltre, una generosa buonauscita. Ricordiamo che nella fabbrica Toyota in Russia venivano prodotti i modelli Camry e RAV4 (capacità produttiva di 100 mila vetture l’anno).

Cosa succederà, adesso, a questa fabbrica? Nulla di preciso è stato comunicato al riguardo. Ma visto quanto successo con lo stabilimento di Renault è possibile che possa essere acquistata da un’azienda russa per tornare a produrre vetture ma di altri marchi. Le autorità locali hanno già fatto sapere di stare valutando diverse possibilità per il futuro di questa fabbrica. Non rimane che attendere l’arrivo di novità.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Criptovalute, il crac di Ftx e il rischio contagio

Il lato positivo è che Genesis tratta prevalentemente con clienti istituzionali, come family office (società che gestiscono il patrimonio...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img