lunedì, Novembre 28, 2022

Maccioverse: la tecnologia secondo Maccio Capatonda

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Content

This content can also be viewed on the site it originates from.

Diventare incorporeo attraverso la tecnologia, tipo Matrix: è l’aspetto che mi affascina e che mi terrorizza di più al contempo. Poter essere un’entità nel mondo virtuale senza un vero corpo, che può fare qualsiasi cosa, anche se, in realtà, non sei niente”: abbiamo chiesto a Maccio Capatonda quale fosse l’aspetto che lo spaventa e quello che lo attrae di più della tecnologia e questa è stato la folgorante risposta, durante la presentazione della sua nuova serie Maccioverse.

La scombussolante sensazione di morire dal ridere ma provare anche quel pizzico di ansia e paura che ci colgono quando ci rendiamo conto che siamo messi di fronte a una – o più – verità perturbanti: questo è quanto accade alla visione della serie del comico e autore (tra le varie) Maccio Capatonda Maccioverse, che dal 26 settembre fa la sua comparsa in streaming, a scadenza settimanale, sulla piattaforma Elisium. Presentato dalla compagnia telefonica Elimobile, Maccioverse è composto di cinque brevi e incisivi episodi, ognuno dedicato a un diverso aspetto del rapporto tra uomo e tecnologia, nati dalle riflessioni di Marcello Macchia – in arte Maccio Capatonda – che ha firmato le storie assieme a Danilo Carlani, Clemente Meucci, Andrea Mancini e Luigi Luciano (Herbert Ballerina). La regia è sempre sua  assieme a Danilo Carlani e Alessio Dogana.

Maccioverse affronta, come hanno fatto in precedenza Black Mirror e Sf8, la relazione ormai indissolubile tra l’umanità e gli strumenti della tecnologia che dovrebbero renderle la vita più facile ma che spesso e volentieri hanno più di un effetto collaterale. Da Matrix al cyperpunk di Gibson, da Lei (Her) di Spike Jonze al citato Black Mirror, Maccioverse trae ispirazione da mirabili precedenti ma è anche zeppo di spunti e riflessioni originali e personali, esilaranti e grottesche, e di tanto in tanto anche inquietanti. I temi delle puntate sono: le videocall e i loro effetti sui rapporti nel mondo reale; i social e lo spettacolo delle emozioni; il rapporto con intelligenze artificiali sempre più umane; l’ossessione del controllo e le forme di abuso via web; le relazioni di coppia minate dall’intrusione della tecnologia. 

Abbiamo esplorato le premesse di ciascun episodio di Maccioverse con il suo autore e interprete principale e qui le condividiamo, lasciando a voi la libertà di elaborale e applicarle al vostro personale rapporto con la tecnologia. 

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Criptovalute, il crac di Ftx e il rischio contagio

Il lato positivo è che Genesis tratta prevalentemente con clienti istituzionali, come family office (società che gestiscono il patrimonio...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img