venerdì, Dicembre 9, 2022

Caleb McLaughlin di Stranger Things parla del razzismo dei fan

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Stranger Things è uno dei fenomeni seriali più dirompenti degli ultimi anni, complice il suo mix di nostalgia positiva, passioni nerd e sensibilità per gli outsider. Non tutti i sentimenti scatenati dalla serie però nel corso del tempo sono stati edificanti, anzi ora uno dei suoi protagonisti, Caleb McLaughlin, parla apertamente del razzismo e delle critiche ingiustificate che ha dovuto subire. Il giovane attore è interprete di Lucas Sinclair, uno dei ragazzini che animano le avventure di Hawkins. Ospite della convention Heroes Comic Con in Belgio ha confessato di come molte reazioni negative al suo personaggio fossero motivate dal colore della sua pelle: “Mi ha fatto molto male quando ero più piccolo”, ha confessato: “Alcune persone dicevano di non sostenermi perché sono nero. E alcuni diceva: non ti sostengo perché sei stato cattivo con Eleven”.

Il riferimento è alle vicende soprattutto della prima stagione, in cui Lucas si dimostra particolarmente diffidente nei confronti della new entry del gruppo interpretata da Millie Bobby Brown, perché la vede come una fonte di guai. Secondo McLaughlin, però, l’astio nei suoi confronti è motivato soprattutto da posizioni razziste: “Anche adesso molte persone non mi supportano o non mi seguono perché sono nero”, ha continuato: “A volte oltreoceano si sente il razzismo, la bigotteria. Non è sempre facile parlarne e capirlo, ma quando ero più giovane mi colpiva molto”. Del resto l’attore, oggi ventenne, aveva iniziato a girare Stranger Things a 14 anni, un’età in cui è comprensibile essere a maggior ragione sensibili a questi attacchi.

All’epoca dell’esordio McLaughlin si chiedeva perché, essendo un protagonista della serie al pari dei suoi giovani colleghi, avesse un riscontro meno positivo, e furono i genitori a dovergli spiegare la situazione: “I miei genitori mi dissero che era un’amara verità, era per via del fatto di essere l’unico ragazzo nero nella serie”, ha confidato non perdendo l’orgoglio per quello che è: “Non sono amato solo perché sono nato con questa bellissima pelle color cioccolato”. Nonostante ciò il giovane Caleb ha colto l’occasione per utilizzare la sua notorietà per trasmettere dei messaggi costruttivi: “È proprio per questo che voglio trasmettere amore e positività con chi mi segue, perché non voglio restituire odio a chi sparge odio”. Al di là di tutto, McLaughlin e gli altri compagni sono attesi con trepidazione con la quinta stagione di Stranger Things, le cui riprese inizieranno nel corso del 2023.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Getir si mangia i concorrenti di Gorillas

La turca Getir, l’azienda pioniera nella consegna a domicilio della spesa e attiva anche in Italia a Roma e...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img