lunedì, Novembre 28, 2022

Le migliori smart tv che pensano a tutto al posto tuo

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Ottimo dal punto di vista della qualità d’immagine grazie ad un pannello OLED sottilissimo, abbinato al più recente processore Sony e a tutti gli ultimi algoritmi di intelligenza artificiale. C’è tutto ciò che cerchi da un televisore top di gamma (HDR, Upscaling 4K, HDMI 2.1 e audio surround) a cui sia aggiunge un look davvero elegante e in grado di completare l’arredamento del tuo salotto. Se cerchi un pizzico di stile in più, questo modello da 55 e da 65 pollici è in offerta su Mediaworld a partire da 1799€.


Come scegliere la smart tv più adatta a te

Al netto del prezzo, che è ovviamente la variabile numero uno da tenere in considerazione, è bene capire a quale tecnologia affidarsi per la qualità d’immagine. In mezzo al mare magnum di sigle che ci spaventano in negozio è bene cercare di fare chiarezza. Le smart tv LED sono i vecchi televisori a cristalli liquidi: economici, luminosi ma con tanti difetti. Non a caso sono stati relegati alla fascia medio-bassa di mercato, per cui conviene sceglierli soltanto per una questione economica. I QLED sono la loro evoluzione, su cui ha puntato Samsung introducendo un filtro a nanocristalli che migliora la resa cromatica, raggiungendo il 100% di volume colore e avere così l’immagine perfetta.

Nonostante le sigle siano simili, l’OLED è completamente diverso: sono pannelli self-emitting, in cui ogni pixel è in grado di emettere luce autonomamente, dandogli la capacità di creare il nero perfetto e ottenere quindi un rapporto di contrasto infinito. Difficile dire quale sia meglio, dipende dai gusti: se vuoi un’immagine luminosa e satura scegli il QLED, se vuoi un’immagine con più contrasto allora l’OLED è quello che fa per te.

Se vuoi spendere di più, esistono già le loro evoluzioni: OLED evo da una parte, Neo QLED dall’altra. Entrambi cercano di colmare i loro punti deboli avvicinandosi ai mini LED, la prossima tecnologia di riferimento che sarà in grado di mettere tutti d’accordo. È già disponibile, ma è costosissima e non è consigliabile a chi cerca di risparmiare. 

Poi è bene capire quale sia il taglio più giusto per il tuo salotto: per calcolare lo schermo più adatto alle dimensioni del tuo salotto puoi moltiplicare i pollici del display per 4, e avere la distanza minima di visione (in centimetri) e per 6, e ottenere la massima distanza. Ad esempio, un televisore da 55 pollici è perfetto se il tuo divano è distante tra i 2,1 metri e i 3,2 metri. Poi la risoluzione: punta sul 4K – oramai standard a 360 gradi – ma accontentati dell’HD se vuoi risparmiare e non pensi di sfruttare le app di tv in streaming o Sky Q. Oppure buttati sull’8K se hai uno smartphone che registra a quella risoluzione o se puoi avere accesso a contenuti di tale livello, altrimenti non conviene.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Criptovalute, il crac di Ftx e il rischio contagio

Il lato positivo è che Genesis tratta prevalentemente con clienti istituzionali, come family office (società che gestiscono il patrimonio...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img