venerdì, Dicembre 9, 2022

Con l'ultima Lamborghini Aventador finisce un'era

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Come la maggior parte delle case automobilistiche specializzare in supercar, la Lamborghini ha deciso di effettuare la transizione verso la mobilità elettrica. Del resto è stato tutto già delineato nel piano strategico Direzione Cor Tauri, il quale prevede l’elettrificazione di tutta la gamma entro il 2025, con il debutto della prima elettrica fissato nel 2028. Ciò significa che l’attuale gamma sarà gradualmente sostituita con nuovi modelli ibridi. La prima ad arrivare sul mercato nel 2023 sarà l’erede dell’Aventador, che verrà proposta con un powertrain ibrido plug-in. Quindi, non è di certo una coincidenza che la casa di Sant’Agata Bolognese il giorno 26 settembre 2022 abbia definitivamente cessato la produzione di questo modello. L’ultimo esemplare uscito dalle linee dello stabilimento emiliano, destinata al mercato svizzero, si distingueva per una speciale colorazione azzurra realizzata dal reparto di personalizzazione ad personam.

Con l'ultima Lamborghini Aventador finisce un'era

Courtesy press office Lamborghini

Un’auto che ha cambiato il mercato

La Lamborghi Aventador è stata una supercar molto importante per la casa italiana, quindi, la sua uscita di scena dopo 11 anni di vita non può lasciare indifferenti. Con l’addio della Aventador la Lamborghini “saluta” anche una generazione di supercar che avevano fatto breccia nel cuore degli appassionati anche per il generoso V12 aspirato che le spingeva.

Mostrata per la prima volta al Salone dell’Auto di Ginevra nel 2011 con il nome di Aventador LP 700-4, la supercar della casa del Toro, oltre che per il V12 a 60°, che fa parte del patrimonio Lamborghini – è stato il cuore pulsante di Miura, Diablo, Countach e Murciélago -, si è distinta anche per il design affilato, che poi è diventato un vero e proprio marchio di fabbrica dell’azienda. Ma sono tante le innovazioni che questa supercar del Toro ha portato al debutto, come la monoscocca in fibra di carbonio realizzata come un pezzo unico del peso di 147,5 kg e in grado di assicurare la massima rigidità torsionale e sicurezza per gli occupanti.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Getir si mangia i concorrenti di Gorillas

La turca Getir, l’azienda pioniera nella consegna a domicilio della spesa e attiva anche in Italia a Roma e...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img