lunedì, Novembre 28, 2022

Criptovalute, è già troppo tardi per salvarle?

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Nessuna delle misure che le società tradizionali di criptovalute stanno mettendo in atto riuscirà a scongiurare il periodo di maggiore controllo normativo che secondo le previsioni è alle porte.

Finora gli sforzi per regolamentare le società di criptovalute si sono mossi troppo lentamente, in parte a causa della complessità della tecnologia alla base del settore, afferma Charley Cooper, ex direttore operativo della Commodity Futures Trading Commission (Cftc), l’agenzia governativa degli Stati Uniti che regola il mercato finanziario dei derivati. A livello globale, però, è probabile che la portata del fallimento di Ftx spingerà le autorità di regolamentazione ad agire.

Alcune persone hanno sottolineato come nella finanza tradizionale i crolli di società di alto profilo si siano verificati più volte, e che quindi potrebbero fornire un utile precedente per la regolamentazione delle criptovalute. Justin Sun, fondatore della rete Tron e membro del comitato consultivo di Huobi Global, sottolinea che generalmente le crisi delle istituzioni finanziarie sono state seguite da “maggiori norme e controlli [che, nda] sono serviti a rafforzare il settore – e che – quasi sicuramente il settore degli asset virtuali seguirà la stessa strada“.

Negli ultimi anni l’Unione europea (Ue) ha lavorato a una nuova serie di leggi, note come Markets in crypto assets (MiCa), da applicare alle organizzazioni di criptovalute e progettate per proteggere i fondi dei consumatori e la stabilità finanziaria. I dettagli del pacchetto legislativo sono stati ultimati e verranno votati nel febbraio 2023.

Se venissero approvati, il MiCa impedirà alle società di criptovalute di utilizzare trucchi contabili che assottiglino il confine tra i propri fondi e quelli dei clienti, una pratica che apparentemente ha ricoperto un ruolo significativo nel fallimento di Ftx. “Se il MiCa fosse già stato in vigore, [il crollo di Ftx, nda] non sarebbe avvenuto in quel modo – dice Stefan Berger, il deputato tedesco del Parlamento europeo che sta guidando gli sforzi per la nuova legislazione –. Il caso di Ftx è il ‘momento Lehman Brothers’ per le criptovalute. Quello di cui il settore ha bisogno ora è la fiducia, e per costruire la fiducia servono regole chiare e chiarezza normativa“.

Nel frattempo, negli Stati Uniti l’amministrazione del presidente Joe Biden ha delineato a settembre un piano per regolamentare per la prima volta il settore delle criptovalute. Il nuovo quadro normativo statunitense punta a reprimere i casi di frode e a garantire la stabilità finanziaria, lasciando al contempo un margine di azione sufficiente per l’innovazione e l’imprenditorialità. Quest’ultimo, tuttavia, è un equilibrio difficile da raggiungere e rimangono dubbi su quale organismo di regolamentazione debba assumere la guida, la Securities and Exchange Commission o la CFTC.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Criptovalute, il crac di Ftx e il rischio contagio

Il lato positivo è che Genesis tratta prevalentemente con clienti istituzionali, come family office (società che gestiscono il patrimonio...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img