lunedì, Novembre 28, 2022

Patologie croniche, l'innovazione digitale al servizio dei pazienti

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Su 51 milioni di adulti residenti in Italia, oltre 14 milioni fanno i conti quotidianamente con patologie croniche. Da anni associazioni pazienti, professionisti sanitari e aziende farmaceutiche cercano di venire incontro alle loro necessità. Per la prima volta nel nostro paese, parte da Firenze un nuovo format di hackathon cross-patologia: venerdì 25 novembre 2022 cinque gruppi di ricerca d’eccellenza nazionale cercheranno di rispondere a bisogni insoddisfatti provenienti da diverse aree terapeutiche, in un concorso di idee e progetti con focus su digital medicine e innovazione

Helathon è l’iniziativa organizzata da Helaglobe, azienda fiorentina impegnata nell’ascolto dei bisogni delle persone con patologie, e vedrà la partecipazione di esponenti del mondo della ricerca italiani, tra cui atenei, spin-off e scuole di eccellenza, come QuestIt, spin-off del gruppo di ricerca di intelligenza artificiale dell’università di Siena con Elisabetta Dell’Oca, customer experience specialist, Gunpowder, un’azienda Ict, spin-off per il trasferimento tecnologico del Gran Sasso Science Institute (Gssi), con Michele Flammini ed Marco Secone, Sportello matematico per l’innovazione e le imprese (Smii), il progetto di Iac-Cnr a supporto delle imprese con Silvia Vermicelli, Unità di biostatistica dell’università di Padova congiuntamente a Zeta Research con Dario Gregori e Emanuela Avolio, il dipartimento di Elettronica e informatica del Politecnico di Milano – Ml cube con Marcello Restelli e Francesco Trovò.

“Questa iniziativa vuole offrire a chi lavora per migliorare la vita delle persone con patologia nuovi punti di vista su bisogni ancora insoddisfatti – spiega Davide Cafiero, fondatore e amministratore delegato di Helaglobe -. Con questo progetto Helaglobe vuole essere ponte tra due mondi, quello della ricerca e quello di chi della ricerca può beneficiare, mettendo sempre al centro le persone con patologie croniche. Il digitale diventa così strumento e non fine per nuovi approcci innovativi provenienti da alcuni dei più importanti team di ricerca scientifica operanti nel settore della digital transformation”.

L’innovazione digitale, la trasformazione tecnologica e, più in generale, l’analisi dei dati si sono
dimostrate un valido supporto in ogni fase del percorso dei pazienti, dalla diagnosi alla gestione
della terapia, dalla riabilitazione all’assistenza a casa. La medicina digitale può intercettare i
bisogni in tempo reale ed elaborare soluzioni digitali innovative più vicine alle persone e realizzate su misura, in un’ottica di sempre maggiore personalizzazione delle cure. Tuttavia, sono ancora molti gli aspetti in cui la ricerca scientifica può fare la differenza nel supportare pazienti e familiari in ogni aspetto della propria quotidianità. Per questo motivo, il 25 novembre i team di ricerca che parteciperanno a Helathon cercheranno di dare una risposta alle necessità e ai bisogni che una commissione tecnica formata da rappresentanti delle associazioni pazienti, esperti della ricerca medica ed esponenti del mondo farmaceutico sottoporranno loro prima dell’inizio dei lavori. 

Ciascuno dei team di ricerca elaborerà in tempo reale un’idea di soluzione e la presenterà alla commissione e al pubblico. Le soluzioni proposte potranno essere prototipi software (come game, app etc.) o idee progettuali espresse in forma concreta (come modelli di processo, game concept, modelli di applicazione di intelligenza artificiale etc.). Gli stessi gruppi di ricerca saranno poi chiamati ad indicare la soluzione più innovativa e maggiormente rispondente al bisogno espresso. Per la soluzione vincitrice, Helaglobe si impegna a valutare la reale fattibilità dell’idea proposta e, quindi, identificare meglio costi e tempi stimati per la realizzazione, prove cliniche necessarie e accettabilità da parte delle persone con patologia.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Criptovalute, il crac di Ftx e il rischio contagio

Il lato positivo è che Genesis tratta prevalentemente con clienti istituzionali, come family office (società che gestiscono il patrimonio...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img