sabato, Giugno 10, 2023

Sicurezza informatica, sempre più giovani interessati

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Un successo senza precedenti: alla chiusura delle iscrizioni per le prossime Olimpiadi italiane di sicurezza informatica, sono precisamente 4.120 le richieste di adesione pervenute al Cybersecurity National Lab che, insieme alla Fondazione Serics, organizza e coordina l’iniziativa di formazione e gioco interamente dedicata all’hacking etico. Atleti e atlete degli istituti superiori di secondo grado di tutta Italia si confronteranno con uno speciale percorso, gratuito e valido per i crediti scolastici (Pcto), durante il quale avranno l’opportunità di rafforzare la loro conoscenza dei fondamenti della sicurezza informatica, divenuta così centrale nella nostra società. 

Rispetto all’anno scorso, la terza edizione di OliCyber registra più del doppio degli iscritti, con una importante crescita tra le file delle ragazze (+296%) e delle persone che non si riconoscono in alcun genere (+75%). Resta comunque significativa la differenza tra ragazze (17,4%) e ragazzi (82%) – il cosiddetto gender gap – tra le priorità del laboratorio che da anni rinnova i suoi sforzi nel rendere le materie Stem (science, technology, engineering, mathematics) più inclusive, animando un percorso coeso al fianco di scuole e istituzioni per promuovere l’abbattimento delle barriere di genere nel mondo accademico.

Ma le più vive speranze sono riposte nei giovani – fascia d’età tra il 2000 e il 2009 – che dal Sud al Nord hanno aderito con tale entusiasmo all’offerta del Laboratorio. Ed è proprio dal Meridione che arriva la spinta maggiore, con le province di Cosenza e Bari prime classificate per adesione, rispettivamente con 438 e 284 iscritti. Seguono Milano (221), Salerno (217) e Roma (191). Il 65% ha tra i 16 e i 17 anni. 

I partecipanti dovranno ora affrontare le selezioni scolastiche che avverranno il 17 dicembre e territoriali, che si terranno il 18 marzo, dalle quali emergeranno i 100 finalisti in corsa per il podio, il prossimo 27 maggio. Gli altri partecipanti porteranno con sé l’esperienza e le conoscenze acquisite durante il percorso di formazione, indispensabile per muovere i primi passi nel settore della sicurezza informatica, il quale, come dichiarato dal direttore dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale Roberto Baldoni, offre già oggi oltre 100mila posti di lavoro solo in Italia

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Crispr, negli Stati Uniti arriva la prima insalata modificata con editing genomico

A maggio la startup Pairwise, che si occupa di editing genomico e ha sede in North Carolina, ha presentato...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img