sabato, Settembre 30, 2023

Pillola anticoncezionale, il Lazio e le altre regioni in cui è gratuita

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

In Lazio da febbraio la pillola anticoncezionale sarà reperibile gratuitamente nei consultori della regione, che è anche una delle prime a introdurre la consegna gratuita e a domicilio della pillola abortiva Ru486. Ammontano infatti a 10 milioni di euro le risorse che sono state stanziate dalla Regione per introdurre questa misura. Ad annunciarlo è stata Laura Anelli, ginecologa, candidata alle elezioni regionali con la lista civica dell’assessore uscente alla Sanità Alessio D’Amato, responsabile della rete dei consultori dell’Asl di Roma 1 e membro del tavolo tecnico della regione sul tema della contraccezione. 

La conferma è arrivata anche del presidente del Consiglio regionale Marco Vincenzi, che ha pubblicato questo pomeriggio un post sul suo profilo Facebook. “Una decisione già annunciata negli scorsi mesi dall’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato che diventerà operativa da febbraio, quando sarà firmata la delibera”, si legge sull’account di Vincenzi. Inizialmente, l’accesso gratuito alla pillola era stato già approvato con un ordine del giorno del 2019. Tra i firmatari, c’era anche Eleonora Mattia, presidente della IX Commissione consiliare delle pari opportunità del Lazio. Risale invece allo scorso ottobre la decisione da parte dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) di intraprendere una procedura indirizzata al rimborso della pillola anticoncezionale per gli under 25, che però non è ancora stata attuata. Negli scorsi mesi, D’Amato ha invece istituito un tavolo tecnico per introdurre la contraccezione gratuita nel Lazio per i giovani tra i 15 e i 19 anni

Nonostante questo grande passo avanti del Lazio, dove da domenica 12 e lunedì 13 di febbraio si voterà per le elezioni regionali, in Italia sono solo una piccola parte le regioni che si sono mosse verso questa direzione e quelle in cui per alcune fasce d’età e categorie di persone è possibile accedere gratuitamente alla pillola. 

Le regioni in cui la pillola è gratuita 

In Toscana la pillola estroprogestinica e progestinica – ma anche il cerotto transdermico, l’anello vaginale, la spirale, il dispositivo sottocutaneo e i profilattici –  è gratuita nei consultori della propria Usl per i giovani tra i 14 e i 25 anni, gli adulti tra i 26 e i 45 anni con codice di esenzione E02 ed E90 disoccupati e con familiari a carico, E91 in cassa integrazione o in contratto di solidarietà difensivo con familiari a carico, E92 lavoratori in mobilità e familiari a carico iscritti nelle liste di mobilità, E93 richiedenti asilo, X01 stranieri non appartenenti all’Unione europea con tesserino Stp privi di risorse economiche sufficienti per la compartecipazione alla spesa sanitaria e, infine, Uk22, ovvero persone provenienti dall’Ucraina giunte in Italia dal 24 febbraio. Inoltre, possono usufruire del servizio anche le donne tra i 26 e i 45 anni entro 12 mesi dal parto o entro 24 mesi da un’interruzione di gravidanza, e gli studenti iscritti alle università di Firenze, Pisa, Siena e all’università per stranieri di Siena, fino ai 25 anni e in possesso della della carta unica dello studente universitario. 

In Piemonte, secondo la delibera del Consiglio regionale del 3 luglio 2018, è prevista la distribuzione gratuita di contraccettivi ormonali (orali, trans dermici e per via vaginale), impianti sottocutanei, dispositivi intrauterini e i preservativi maschili o femminili nei consultori per le donne fino ai 26 anni, per le donne disoccupate che hanno tra i 26 e i 45 anni, per le lavoratrici colpite da crisi e per chi negli ultimi 24 mesi ha affrontato un’interruzione di gravidanza e le donne che hanno partorito da meno di un anno. Nel corso dell’interrogazione sui contraccettivi gratuiti  avvenuta in sede del consiglio regionale del Piemonte, la consigliera Sarah Disabato aveva espresso i dubbi sull’effettiva applicazione dalla delibera su tutti i consultori del territorio. L’assessore Luigi Icardi, al contrario, aveva confermato il rispetto della norma.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Green Border – Recensione

Il volo aereo che unisce la Turchia a Minsk, capitale della Bieloriussa, è prevalentemente occupato da profughi siriani e...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img