domenica, Aprile 2, 2023

Grammy 2023, i vincitori e il record di Beyoncé, la più premiata nella storia

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Il premio principale della serata dei Grammy 2023, quello di album dell’anno, se l’è aggiudicato Harry Styles per il suo Harry’s House, premiato anche come miglior album pop vocal. Ma è Beyoncé ad aver fatto la storia nella medesima cerimonia: nonostante non si sia accaparrata nessuna delle categorie considerate più prestigiose (oltre a album dell’anno, queste comprendono anche registrazione e canzone dell’anno), la sua vittoria di ben quattro premi – miglior album dance, miglior registrazione dance, miglior canzone R&n e miglior performance r&b – l’hanno resa l’artista più premiata in assoluto nella storia dei Grammy, con un totale di 32 statuette portate a casa (il record precedente era detenuto dal direttore d’orchestra Georg Solti, con 31 premi).

Tra gli altri premiati della serata anche Lizzo, che ha vinto Record of the Year con la sua About Damn Time e la cantante blues Bonne Raitt che – un po’ a sorpresa – ha vinto canzone dell’anno con Just Like That. Pur molto nominate, Taylor Swift e Adele si sono aggiudicate un solo Grammy ciascuna (miglior video e miglior album pop vocal, rispettivamente), mentre non c’è stato nulla da fare per i nostri Måneskin che, nominati nella categoria Best New Artist, hanno dovuto cedere il riconoscimento all’artista jazz Samara Joy. Ma anche i vincitori nelle principali categorie dei Grammy 2023:

Album of the Year

ABBA, Voyage
Adele, 30
Bad Bunny, Un Verano Sin Ti
Beyoncé, Renaissance
Mary J. Blige, Good Morning Gorgeous (Deluxe)
Brandi Carlile, In These Silent Days
Coldplay, Music of the Spheres
Kendrick Lamar, Mr. Morale and the Big Steppers
Lizzo, Special

Harry Styles, Harry’s House

Record of the Year

ABBA, “Don’t Shut Me Down”
Adele,  “Easy on Me”
Beyoncé,  “Break My Soul”
Mary J. Blige, “Good Morning Gorgeous”
Brandi Carlile featuring Lucius, “You and Me on the Rock”
Doja Cat, “Woman”
Steve Lacy, “Bad Habit”
Kendrick Lamar, “The Heart Part 5”

Lizzo, “About Damn Time” 
Harry Styles, “As It Was”

Song of the Year

Gayle, “Abcdefu”
Lizzo, “About Damn Time”
Taylor Swift, “All Too Well (10 Minute Version)”
Harry Styles, “As It Was”
Steve Lacy, “Bad Habit”
Beyoncé, “Break My Soul”
Adele, “Easy on Me”
DJ Khaled featuring Rick Ross, Lil Wayne, Jay-Z, John Legend, and Fridayy, “God Did”
Kendrick Lamar, “The Heart Part 5”
Bonnie Raitt, “Just Like That”

Best New Artist

Anitta
Omar Apollo
DOMi and JD Beck
Muni Long
Samara Joy
Latto
Måneskin
Tobe Nwigwe
Molly Tuttle
Wet Leg

Best Pop Solo Performance

Adele, “Easy on Me” 
Bad Bunny, “Moscow Mule”
Doja Cat, “ Woman”
Steve Lacy, “Bad Habit”
Lizzo, “About Damn Time”
Harry Styles, “As It Was”

Best Dance/Electronic Music Album

Beyoncé, Renaissance 
Bonobo, Fragments
Diplo, Diplo
Odesza, The Last Goodbye
Rüfüs Du Sol, Surrender

Best Dance/Electronic Recording

Beyoncé, “Break My Soul” 
Bonobo, “Rosewood”
Diplo and Miguel, “Don’t Forget My Love”
David Guetta & Bebe Rexha, “I’m Good (Blue)”
Kaytranada featuring H.E.R., “Intimidated”
Rüfüs Du Sol, “On My Knees”

Best Rap Album

DJ Khaled, God Did
Future, I Never Liked You
Jack Harlow, Come Home the Kids Miss You
Kendrick Lamar, Mr. Morale and the Big Steppers
Pusha T, It’s Almost Dry

Best Pop Duo/Group Performance

ABBA, “Don’t Shut Me Down”
Camila Cabello featuring Ed Sheeran, “Bam Bam”
Coldplay & BTS, “My Universe”
Post Malone & Doja Cat, “I Like You (A Happier Song)”
Sam Smith & Kim Petras, “Unholy”

Best R&B Song

Beyoncé, “Cuff It”
Mary J. Blige, “Good Morning Gorgeous”
Muni Long, “Hrs and Hrs”
Jazmine Sullivan, “Hurt Me So Good”
PJ Morton, “Please Don’t Walk Away”

Best Pop Vocal Album

ABBA, Voyage
Adele, 30
Coldplay, Music of the Spheres
Lizzo, Special
Harry Styles, Harry’s House

Best Music Video

Adele, “Easy on Me”
BTS, “Yet to Come”
Doja Cat,  “Woman”
Kendrick Lamar,  “The Heart Part 5”
Harry Styles, “As It Was”

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Donne, l'odio online va di pari passo con gli attacchi ai diritti

In Italia, le donne in politica più soggette a campagne di disinformazione e odio sono quelle che sostengono i...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img