giovedì, Giugno 20, 2024

Elf on the shelf, la tradizione natalizia che TikTok ci ha fatto importare

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Se Elf on The Shelf non vi è ancora apparsa su TikTok, significa che il vosto algoritmo funziona più o meno come quello del Grinch. Il social non era mai arrivato fino a questo punto. Spesso la moltitudine di trend e tormentoni che ci ha regalato dalla pandemia in poi sono riusciti a incidere su di noi in maniera limitata nel tempo: due settimane, un mese al massimo. Non di più. Stavolta, però, quasi senza accorgercene, sta accadendo un fenomeno diverso. Sì, perché non era mai successo prima che un social network potesse arrivare a incidere così tanto sulle tradizioni, quelle natalizie in particolar, a cui tra l’altro siamo legati maggiormente. Proprio grazie a TikTok (e al grandissimo potenziale che il marketing natalizo possiede) potremmo aver già importato una nuova tradizione natalizia che è propria degli Stati Uniti: si chiama, appunto, Elf on the shelf.

TikTok content

This content can also be viewed on the site it originates from.

Da dove nasce il trend Elf on the shelf?

La frase significa letterlamente elfo sullo scaffale. La storia del trend natalizio che sta spopolando su TikTok ha come protagonista un Elfo, aiutante di Babbo Natale, che viene spedito dal Polo Nord alle case di tutti i bambini per far in modo che questi si comportino bene in vista del Natale. A ogni bambino, quindi, può essere assegno un “elfo d’ufficio”, in modo tale da agevolare il lavoro di Babbo Natale che, nel mese di dicembre, incrementa in maniera esponenziale la sua mole di lavoro. La storia di Elf on the shelf è stata raccontata per la prima volta Carol Aebersold e sua figlia Chanda Bell nel libro illustrato da Coë Steinwart The Elf on the Shelf | A Christmas Tradition. Il racconto è ispirato a una tradizione familiare iniziata proprio da Carol Aebersold in Georgia negli anni Settanta per le sue figlie gemelle, Chanda Bell e Christa Pitts da cui poi nacque un libro in rima in cui si spiega come faccia Babbo Natale a sapere in maniera impeccabile quali siano i bambini che si comportano bene e quelli che invece sono più indisciplinati. Per questo Santa Claus decide di inviare per il mondo i suoi fedeli elfi dal giorno del Ringraziamento alla Vigilia di Natale: in questo modo potranno essere i referenti più affidabili per la base dei regali al Polo Nord, che sarà aggiornata fino alla notte di Natale. In questo modo gli aiutanti di Babbo Natale riescono a verificare la bontà dei più piccoli e a riportare l’informazione al Polo Nord prima della notte di Natale. Il libro The Elf on the Shelf | A Christmas Tradition ha avuto un successo incredibile anche fuori dagli Stati Uniti, raggiungendo la cifra record di 10 milioni di dollari all’anno in vendite. Ovviamente, dal libro ne è nato anche un sito ufficiale dedicato al piccolo Elfo in cui sono spiegate le regole del gioco.

Quali sono le regole di Elf on the shelf?

Non festeggiando il Ringraziamento, in Italia i primi video su TikTok legati all’Elfo aiutante di Babbo Natale sono iniziati a spuntare nei primi giorni di dicembre, compatibilmente all’apertura del calendario dell’avvento. Sulle pagine ufficiali di Elf on the shelf sono presenti le regole da rispettare. Quelle fondamentali sono due: la prima è che l’Elfo non può essere toccato dai bambini, altrimenti perde tutta la sua magia. La seconda è che – come Babbo Natale – si muove solo di notte: questo significa che sta ai genitori “inscenare” gli scherzi e le marachelle dell’elfo prima che i figli si sveglino. Questo vale per ogni giorno dall’1 al 23 dicembre. Molti genitori si sono fatti conquistare da questo fenomeno che – c’è da dire – potrebbe rivelarsi più impegnativo del previsto da portare avanti nel corso del tempo. Soprattutto qualora si decidesse di far piombare in casa propria l’elfo magico per tutto il mese di dicembre. Nonostante questo, però, in tantissimi tra Instagram, Pinterest e TikTok condividono idee e consigli su come far muovere il piccolo aiutante di Babbo Natale. E qui entra in gioco la fantasia: l’Elfo infatti ne può combinare davvero di tutti i colori. Dal tagliare i pantaloni dei bambini, chi gli permette di sporcare il bagno, chi lo fa giocare insieme agli altri giocattoli della casa o lo fa sbizzarrire con la carta igienica.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Platone con Minosse o della legge è protagonista della seconda prova della maturità 2024

Nella seconda prova della maturità 2024 protagonista della versione dal greco è Platone, con un brano tratto da uno...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img