lunedì, Giugno 17, 2024

Gli Stati Uniti stanno per essere invasi da miliardi di cicale dagli occhi rossi

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Sa molto di film distopico, e invece è quanto realmente atteso per le prossime settimane negli Stati Uniti: miliardi di cicale dagli occhi rossi dovrebbero emergere dal suolo in diverse zone, dal Maryland all’Oklahoma, dall’Illinois all’Alabama. Si tratta in realtà di un fenomeno periodico: in base alla covata, le cicale del genere Magicicada emergono ogni 13 e 17 anni. Quest’anno, però, due diverse covate, di cui una considerata come la più popolosa in assoluto, emergeranno più o meno nello stesso periodo (anche se non ci sarà una completa sovrapposizione geografica), fatto che si era verificato l’ultima volta più di 200 anni fa. In ogni caso, assicurano gli esperti, questi animali sono innocui e la loro sarà solo una visita fugace.

Un’invasione periodica

Le cosiddette “cicale periodiche”, appartenenti al genere Magicicada, si trovano solo nella parte est degli Stati Uniti. Ne esistono sette diverse specie, di cui quattro hanno un ciclo vitale di 13 anni mentre le altre di 17. Tutte emergono tipicamente fra maggio e giugno. Si tratta di specie diverse rispetto alle cosiddette “cicale annuali”, che emergono leggermente più avanti nell’anno, ma che spesso vengono confuse con le altre. Quelle appartenenti al genere Magicicada sono caratterizzate da un aspetto particolarmente appariscente: occhi rossi e ali striate da venature color arancio.

Nei 12 e 16 anni che intervallano le rispettive comparse, le cicale dagli occhi rossi vivono all’interno del terreno sotto forma di ninfe (lo stadio giovanile di alcuni acari e insetti), per emergere poi in superficie una volta divenute pressoché adulte, attraverso gallerie appositamente scavate. L’aspetto affascinante è proprio il perfetto sincronismo: negli intervalli temporali che separano un’invasione, per così dire, dall’altra gli individui adulti sono praticamente assenti, come spiega una sezione del sito della University of Connecticut dedicata a questi animali.

Il meccanismo attraverso il quale le cicale periodiche tengono traccia dei cicli stagionali durante la loro fase “sotterranea” non è ancora chiaro. Quello che sappiamo è che le comparse si verificano quando il suolo alla profondità di circa 18-20 centimetri raggiunge la temperatura di circa 17-18 gradi centigradi.

Migliaia di miliardi

Quest’anno, chi vive nelle aree interessate dal fenomeno potrà vedere gli adulti di tutte e sette le specie fare la loro comparsa. Fatto, si legge ancora sul sito della University of Connecticut, che non si verificherà più fino al 2037. Inoltre, per la prima volta dal 1803, le colonie XIII e XIX (la più popolosa in assoluto fra quelle conosciute) emergeranno nello stesso anno. La loro sovrapposizione geografica sarà tuttavia solo parziale, per cui a livello locale non si osserveranno “densità” superiori a quelle che mediamente hanno caratterizzato le precedenti comparse.

Ma quante cicale dagli occhi rossi ci aspettiamo che emergeranno globalmente? Difficile a dirsi con esattezza, spengano gli esperti. Probabilmente alcune migliaia di miliardi, anche se non tutte in contemporanea nello stesso luogo.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Mappa, stiamo costruendo la più grande per prevedere e prevenire tutti i disastri naturali in Italia

Fragile, dai piedi d’argilla, scossa da terremoti, ad alto rischio vulcanico e soggetta a frequenti colate di fango. Questa...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img