venerdì, Giugno 14, 2024

Scoop fa rivivere il momento che ha scosso la corona inglese

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Diretto da Philip Martin e con un cast stellare composto da Gillian Anderson, Billie Piper, Keeley Hawes e Rufus Sewell, Scoop dipinge un confronto dal sapore western tra due istituzioni britanniche, la BBC e la famiglia reale. In particolare, si focalizza sulla figura di Andrea che cerca di ripulire la propria immagine ma il cui tentativo ha dato esito opposto, portando alla sua caduta e all’allontanamento dai doveri e privilegi reali.

Basandosi sul libro “Scoops: The BBC’s Most Shocking Interviews from Prince Andrew to Steven Seagal” di Sam McAlister, il film ci porta dietro le quinte della storica intervista, orchestrata dalla produttrice (interpretata da Billie Piper) e abilmente condotta da Emily Maitlis (un’eccezionale Gillian Anderson). Man mano che il film procede, si assiste al crollo delle convinzioni di Andrea (interpretato da un camaleontico Rufus Sewell con un pesante trucco prostetico) e della sua segretaria personale Amanda Thirsk (Keeley Hawes), incapaci di riconoscere l’inefficacia della loro strategia comunicativa di fronte a un caso tanto oscuro quanto grave.

L’intervista e il caso Epstein

Un’ora di televisione può cambiare tutto“, afferma Sam McAlister. Però Scoop non si limita a ricostruire un’intervista travolgente (disponibile interamente su YouTube), che è stata una delle più seguite della storia della televisione: è anche e soprattutto un’indagine sul giornalismo moderno, messo alla prova dai social media e da un pubblico attivo e attento alle scosse telluriche del reale. Come sottolineato da McAlister, il film evidenzia la crisi di un settore che si aggrappa a modelli informativi obsoleti, allontanandosi sempre più da ciò che il pubblico considera notizia o argomento degno di approfondimento. Questa tendenza si riflette anche nelle figure incaricate delle comunicazioni istituzionali, vincolate da protocolli rigidi e da una percezione distorta del pubblico e del suo spirito critico. Scoop è quindi un’opera che, attraverso un’intervista televisiva, esplora le sfide del giornalismo contemporaneo e il difficile rapporto tra le istituzioni e l’opinione pubblica. Nel cuore pulsante di Scoop troviamo una battaglia non solo tra le figure di spicco Andrea ed Emily Maitlis ma anche tra coloro che operano nell’ombra come Sam McAlister e Amanda Thirsk. Queste due donne, pur esprimendo stima reciproca, si trovano su fronti opposti a causa delle loro divergenti visioni sulla gestione di un evento mediatico senza precedenti.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Taxi, in Italia sono 28.604. Ma gli Ncc sono il quadruplo

Si chiama registro informatico pubblico nazionale delle imprese titolari di licenza per il servizio taxi e noleggio con conducente...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img