giovedì, Luglio 25, 2024

I migliori smart tv qled del momento

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Ormai da qualche anno, gli smart tv qled rappresentano, per citare una famosa pubblicità, una “solida realtà”, soprattutto agli occhi di chi non è disposto a svuotare il portafogli per acquistare un costoso modello oled e – allo stesso tempo – non si accontenta delle (seppur ottime) prestazioni dei classici pannelli led. Progettati per garantire una resa dell’immagine di notevole qualità, che eccelle soprattutto nella gamma cromatica e nell’illuminazione, gli smart tv qled sono disponibili in tagli di diagonale che spaziano dai compatti 40 pollici fino a superare i 90 pollici, utili sia per godere appieno dei contenuti proposti dalle più importanti piattaforme di intrattenimento sia per affrontare con successo qualsiasi tipo di sfida in modalità gaming.

Cos’è la tecnologia qled?

Gli apparecchi qled, acronimo di quantum dot light-emitting diode, segnano uno step evolutivo rispetto ai classici televisori lcd/led con cui condividono le basi tecnologiche. Il passo in avanti, in questo caso, è rappresentato dall’inserimento di un filtro a punti quantici posizionato tra i led e il pannello lcd, che svolge una funzione “purificatrice” in grado di garantire una maggiore pulizia nei colori, insieme a una resa cromatica più luminosa, vivace, intensa e realistica. Per questo motivo, un pannello qled è superiore in tutto e per tutto a un’analoga controparte a led, offrendo immagini di qualità migliore in ogni singolo aspetto.

Il discorso cambia invece a fronte di un pannello oled, rispetto al quale la tecnologia qled presenta alcuni vantaggi e altrettanti svantaggi. Tra i punti di forza, oltre a un cartellino del prezzo sempre inferiore (anche in maniera considerevole per i tagli di diagonale più grandi) e a una durata di vita mediamente più lunga, abbiamo performance migliori per quanto riguarda la luminosità delle immagini. I modelli oled, d’altro canto, grazie a neri perfetti, raggiungono un livello di contrasto che non ha eguali nel settore, oltre a proporre una maggiore uniformità cromatica su tutto lo schermo e un minore consumo energetico.

Infine, è doveroso spendere due parole anche su una “variazione sul tema” dei modelli qled, accennando ai televisori che utilizzano una retroilluminazione a mini-led e che assumono una nomenclatura differente, a secondo delle case produttrici. Denominati Neo Qled da Samsung, o Qned da Lg, questi pannelli dispongono di fonti luminose più piccole rispetto ai led utilizzati comunemente e, di conseguenza, permettono di avere performance migliori per quanto riguarda luminosità e contrasto. Svantaggi rispetto ai classici qled? Fondamentalmente il prezzo, mediamente superiore.

Come scegliere uno smart tv qled

A prescindere dalla tecnologia utilizzata per il pannello, la scelta di un televisore passa attraverso la valutazione di alcuni semplici elementi:

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Medusa uovo fritto, come riconoscerla e perché non dobbiamo temerla

È nota come medusa “uovo fritto” o anche come medusa Cassiopea, mentre il suo nome scientifico è Cotylorhiza tuberculata....
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img