sabato, Luglio 13, 2024

Ricarica smartphone: perchè le postazioni pubbliche possono essere pericolose

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

La ricarica dello smartphone è sempre un problema. Anche se la durata della batteria viene incrementata anno dopo anno dai produttori del settore, per gli utenti sembra non essere mai abbastanza. C’è sempre il bisogno di ricorrere alle stazioni di ricarica pubbliche, anche se questa soluzione potrebbe rivelarsi molto pericolosa per chiunque ne usufruisca. Parola dell’FBI di Denver, che ha suggerito vivamente di evitare “di utilizzare stazioni di ricarica gratuite in aeroporti, hotel o centri commerciali” perché i malintenzionati potrebbero “utilizzare le porte usb pubbliche per introdurre malware e software di monitoraggio sui dispositivi”. Un avvertimento già lanciato dall’esperto di sicurezza Brian Krebs nel 2011, quando aveva introdotto il termine “Juice Jacking” per identificare un cyberattacco avvenuto ai danni di un dispositivo attraverso una porta di ricarica usb.

Twitter content

This content can also be viewed on the site it originates from.

A quanto pare, infatti, questa tipologia di attacco risulta efficace perché le porte usb-C, usb-3 e lightning sono dual-purpose, ossia hanno pin per l’alimentazione e pin per i dati diversificati. Collegando lo smartphone a un caricabatterie, il sistema sfrutta i pin di alimentazione. Ma se la stazione o il cavo di ricarica risultassero compromessi, allora il sistema potrebbe finire con l’utilizzare anche i pin per i dati, sfruttati dai cybercriminali per veicolare i malware sugli smartphone. A questo punto, chi ha “infettato” il dispositivo avrebbe la strada spianata per mettere le mani su credenziali utente, password e informazioni personali. Una strategia criminale ben rodata, in grado di fare non poche vittime. La soluzione? Secondo l’FBI il solo modo per non cadere nella trappola dei criminali informatici sarebbe quello di non utilizzare le stazioni di ricarica pubbliche.

Muoversi portando con sé un caricabatterie da collegare a una presa elettrica sarebbe, quindi, la soluzione migliore – per quanto possa risultare meno pratica.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

X è nel mirino della Commissione europea

X ha violato le norme dell’Unione europea sui contenuti online. È questa la conclusione a cui è giunta il...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img