giovedì, Maggio 23, 2024

Tra le auto più estreme del momento ce ne sono due che volano

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Modelli esclusivi che abbandonano il concetto di supercar per diventare hypercar

Quando le fuoriserie non sono abbastanza ecco arrivare il Top Marques Monaco, una tre giorni dedicata al lusso più sfrenato che invade ogni anno il principato. L’esclusività qui regna così sovrana che la maggior parte delle persone non avrà mai sentito neanche parlare del 90% degli espositori: tra i ben noti Jeep, Lexus e Lamborghini infatti spuntano marchi automobilistici come David Brown, Donkervoort o FV-Frangivento, autori di edizioni limitatissime dalle cifre esorbitanti.

Se ciò non bastasse, se quattro ruote per te sono poche, al Top Marques Monaco di quest’anno spuntano anche due auto volanti. Non parliamo di meri prototipi ma di vetture già pronte a entrare in commercio, mezzi che passano dalla strada al cielo premendo un tasto. Insomma, roba da James Bond e per questo ti vogliamo presentare le auto più belle di quest’anno, una carrellata da lasciare a bocca aperta anche il più avvezzo al lusso estremo.

AeroMobil
AeroMobil

Partiamo proprio dalla prima auto volante, la AeroMobil.

Dotata di quattro ruote e due ali a scomparsa, ha bisogno di un rettilineo di 200 metri per spiccare il volo e altrettanti per atterrare. Due posti secchi, ha anche due propulsori. Quello stradale è da 110 cavalli e la spinge fino a 160 chilometri orari, quello aereonautico, da 300 cavalli, la fa volare fino a 360 km/h con un’autonomia di volo di circa 750 chilometri. I preordini per i primi 500 pezzi sono già aperti e il prezzo oscilla tra 1,2 e 1,5 milioni di euro.

Pal-V Liberty
Pal-V Liberty

Diversa la soluzione scelta dalla seconda auto volante in mostra, la Pal-V Liberty.

Leggi anche

In questo caso le ruote sono tre e non ci sono ali. Come la moto verde del cartone animato M.A.S.K., le eliche si ripiegano sulla carrozzeria pronte a rialzarsi in 10 minuti quando dobbiamo prendere il volo. Due posti, è dotata di un motore da 200 cavalli per il volo che le consente di arrivare a 180 chilometri orari mentre un propulsore da 100 cavalli la spinge su strada fino a 160 chilometri orari. Prodotta in soli 90 esemplari, è già in preordine a 299mila euro mentre l’arrivo è previsto a fine 2018.

Calafiore Astrea
Prima italiana della nostra rassegna, ci aiuta subito a definire cos’è il Top Marques. L’Astrea va oltre il concetto di supercar e si presenta come un’hypercar, una vettura con propulsore V10 da mille cavalli caratterizzata da un uso generoso di materiali nobili e ultraleggeri come fibra di carbonio, magnesio, titanio, oro. Nata combinando i jet supersonici e le auto della 24 Ore di Le Mans, punta a far man bassa di McLaren P1, Porsche 918 Spyder e Pagani Huayra, una sfida che potremmo dire superata solo dopo averla vista all’opera in pista.

Frangivento FV-Charlotte
_0000_frangivento-asfane-charlotte-20.pngPrima hypercar full electric italiana, a quanto raccontano i progettisti la Frangivento FV-Charlotte è ispirata a Monte Carlo e alla sua celebre tradizione equestre e non a caso qui i cavalli non mancano. Il propulsore elettrico è in grado di scatenare 885 cavalli, brucia lo 0-100 km/h in soli 2,6 secondi, la porta a 200 km/h da ferma in 7,8 secondi e la fa volare fino a 305 km/h. All’interno c’è perfino un acquario.

Donkervoort D8 Gto-Rs
Donkervoort D8 Gto-Rs

Azienda familiare dedita al motorsport, la Donkervoort Automobielen realizza modelli senza compromessi che trascendono i canoni tradizionali. Autentico giocattolo per adulti, l’ultima nata D8 Gto-Rs è una versione estrema della Lotus Seven che vuole far divertire in pista come sulla strada. La casa ancora non ha rilasciato le caratteristiche tecniche se non il prezzo, 151.173 euro tasse.

Dendrobium
Dendrobium

Se sei uno di quelli che considerano i 300 all’ora una velocità da brivido, significa che non hai ancora conosciuto la Dendrobium. Hypercar dall’aria cattiva, brucia belve come la McLaren F1 e la Koenigsegg CCR 4 volando a ben 400 km/h, ed il bello è che è elettrica. Va detto però che è solo un concept e non è chiaro quando ne sarà realizzato un modello commerciale.

David Brown Mini Remastered
David Brown Mini Remastered

Spicca per originalità questa azienda inglese che realizza vecchi modelli della tradizione britannica dotandoli però di strumentazioni di oggi. Al Top Marques di quest’anno David Brown Automotive presenta due modelli rivisti e corretti, vale a dire la Speedback Gt, un’elegante rivisitazione dell’Aston Martin DB 5, e la Mini Remastered, remix in chiave contemporanea della piccola inglese anni ’60. L’esterno è praticamente identico all’originale, ma ora troviamo un ampio display sulla plancia centrale, finiture di pregio e un prezzo degno di una regina. Realizzata in 100 esemplari, parte da 50mila sterline, 59mila euro circa.

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento?

Segui

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Apple Music, la Top 100 degli album ha fatto arrabbiare tutti

Un giorno Apple Music, il servizio di streaming musicale della società di Cupertino, si è svegliato e ha deciso...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img