venerdì, Maggio 24, 2024

Herbert Diess sale a bordo dell'ID. Buzz a guida autonoma

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Come sappiamo, Volkswagen sta portando avanti lo sviluppo di una versione particolare del suo ID. Buzz che sarà dotata di funzionalità di guida autonoma sviluppate da Argo AI. L’obiettivo della casa automobilistica è quello di arrivare a fornire, tra alcuni anni, un servizio di trasporto automatizzato. Secondo quanto raccontato in passato, si dovrebbe partire nel 2025 dalla città di Amburgo attraverso un servizio di ride-pooling gestito da MOIA. Successivamente, il servizio sarà allargato ad altre città tedesche. Si punta anche al mercato americano.

Il CEO del Gruppo Volkswagen Herbert Diess è salito a bordo del prototipo dell’ID. Buzz a guida autonoma per verificare i progressi raggiunti fino ad ora.

Si è trattata di un’occasione per dare un nuovo sguardo a questo progetto. Il tutto si è svolto a Monaco di Baviera. Nel video possiamo notare come l’ID. Buzz guida da solo all’interno della città, con un conducente pronto ad intervenire in caso di necessità. Nel filmato si parla brevemente anche del lavoro di sviluppo della piattaforma e, in particolare, delle difficoltà di insegnare al sistema ad interpretare le intenzioni di movimento delle persone vicine alla strada.

Nel filmato si parla anche dei molteplici sensori tra telecamere, radar e LiDAR presenti sulla vettura. Nello specifico, ci sono 11 radar, 5 LiDAR a corto raggio, un LiDAR a lungo raggio e 14 telecamere per consentire al sistema di avere una visione a 360 gradi. Molto interessante quando viene mostrato come il sistema “vede” la strada e tutto quello che c’è attorno grazie ai suoi molteplici sensori.

[embedded content]

Christian Senger, responsabile della guida autonoma della divisione dei veicoli commerciali di Volkswagen, ha sottolineato che vogliono entrare a far parte del sistema del trasporto pubblico in futuro. Volkswagen ritiene che questa forma di mobilità basata sui veicoli a guida autonoma per il trasporto pubblico possa essere più sicura di quella affidata agli esseri umani. L’obiettivo è di usare l’ID. Buzz a guida autonoma non solo per il trasporto pubblico ma anche per altri servizi come quelli della logistica.

Tutti i dati raccolti dai sensori dell’ID. Buzz vengono condivisi con i sistemi Cloud di Argo AI, MOIA e Volkswagen. In questo modo, per esempio, sarà possibile per il veicolo programmare ed impostare il percorso migliore per raggiungere la destinazione impostata dall’utente.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Campi Flegrei e Vesuvio sono collegati? Facciamo chiarezza sulla situazione

Dopo la scossa sismica del 20 maggio 2024 nella zona dei Campi Flegrei, la più forte degli ultimi 40...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img